[responsive]Violante Placido

[/responsive] Violante Placido

Oltre all’incoronazione del vincitore della sezione Nuove Proposte, quella di venerdì sarà come ormai di consuetudine a Sanremo la serata della storia. Assisteremo a rivisitazioni di brani storici della musica italiana da parte dei 14 Campioni che, fuori dalla gara, si faranno accompagnare da personaggi del mondo della musica e dello spettacolo. Solo nove cantanti sarà realmente accompagnata sul palco da un “ospite”: gli altri cinque si limiteranno a reinterpretare brani di grandi cantautori che però non saranno presenti sul palco dell’Ariston.

Non tutti i brani scelti sono noti al grande pubblico, ma d’altronde lo stesso Fabio Fazio aveva annunciato che l’intenzione era quella di portare al Festival la grande musica d’autore italiana, spesso dimenticata, nel tentativo di avvicinare Sanremo al Tenco Club (da qui il titolo), l’accademia del cantautorato italiano. Tra le “guest star”, solo poche eccezioni non appartengono al mondo della musica. Due le presenze straniere, quella del gruppo indie rock danese degli Whomadewho, che canterà con Arisa, e del batterista Tommy Lee, che accompagnerà Raphael Gualazzi e The Bloody Beetroots. Tra i motivi di curiosità spiccano gli abbinamenti tra Francesco Sarcina e Riccardo Scamarcio, tra i Perturbazione e Viola, il nome d’arte da cantante di Violante Placido, e quello di Franki Hi-Nrg con Fiorella Mannoia. Toccanti infine le scelte di Cristiano De Andrè e Ron, insieme ai quali ci saranno virtualmente i destinatari delle loro dediche, rispettivamente il padre Fabrizio e l’amico Lucio Dalla. Ospiti della serata Gino Paoli, Luca Zingaretti, il cantante italo-scozzese Paolo Nutini e Marco Mengoni: non ci sono certezze a riguardo, ma il vincitore 2013 dovrebbe aprire la serata con un omaggio a Luigi Tenco, sulla falsariga della toccante interpretazione di un anno fa di “Ciao amore ciao”

 

I duetti di Sanremo 2014

L’elenco completo. Tra parentesi autore e anno di pubblicazione della canzone:

  • Antonella Ruggiero con i DigiEnsemble Berlin: “Una Miniera” (New Trolls, 1970)
  • Arisa con i Whomadewho: “Cuccurucucu” (Franco Battiato, 1981)
  • Cristiano De André: “Verranno a chiederti del nostro amore” (Fabrizio De André, 1973)
  • Frankie Hi-Nrg con Fiorella Mannoia: “Boogie” (Paolo Conte, 1981)
  • Francesco Renga: “Un giorno credi” (Edoardo Bennato, 1973)
  • Francesco Sarcina con Riccardo Scamarcio: “Diavolo in me” (Zucchero, 1989)
  • Giuliano Palma: “I say i’ sto cca’” (Pino Daniele, 1980)
  • Giusi Ferreri con Alessio Boni e Alessandro Haber: “Il mare d’inverno” (Enrico Ruggeri, 1983)
  • Noemi: “La costruzione di un amore” (Ivano Fossati, 1979)
  • I Perturbazione con Viola: “La donna cannone” (Francesco De Gregori, 1983)
  • Raphael GualazziBloody Beetroots con Tommy Lee: “Nel blu dipinto di blu” (Domenico Modugno, 1958)
  • Renzo Rubino con Simona Molinari: Non arrossire (Giorgio Gaber, 1960)
  • Riccardo Sinigallia con Paola Turci, Marina Rei e Laura Arzilli: “Ho visto anche degli zingari felici” (Claudio Lolli, 1976)
  • Ron: “Cara” (Lucio Dalla, 1980)

Speciale Festival Sanremo 2014

Approfondimenti