tatuatore

Il tatuatore è l’esperto disegnatore di tatuaggi. La professione del tatuatore, ufficialmente riconosciuta in Italia nel 1998, risulta, con la crescente diffusione della passione per i tatuaggi tra tutte le fasce di età, sempre più richiesta.
Il tattoo non è più inteso come una forma di trasgressione e ribellione alle regole imposte dalla società, ma come una forma d’arte che consente di portare sempre con sé un ricordo o un momento della propria vita particolarmente importante. L’artista dei tatuaggi non è più oggetto di discriminazioni e la tattoo art è sempre più al centro di fiere, mostre ed eventi dedicati.

Come diventare tatuatore: requisiti personali

Il primo requisito indispensabile per svolgere la professione di tatuatore è essere dotati di creatività, di un naturale talento nell’arte del disegno e di un’istintiva attenzione e propensione per il colore e i dettagli.
Sono inoltre importanti mano ferma e una vista eccellente.
Non a caso, solitamente il tatuatore proviene da un corso ad indirizzo artistico, una scuola secondaria come il Liceo Artistico o l’Accademia di Belle Arti: percorsi di studio che consentono di acquisire le tecniche di base e uno stile di disegno personale.
Se si desidera svolgere la professione di tatuatore e non si possiede una formazione scolastica artistica, è consigliabile partire da un corso di Disegno.

tatuatore

Il percorso formativo e la normativa vigente per fare il tatuatore

E’ opportuno sottolineare che quella del tatuatore è una professione che non nasce dall’improvvisazione, ma al contrario richiede un periodo di formazione tecnica , pratica, esercizio ed apprendistato che puo’ durare anche anni.
Se fino ad alcuni anni fa l’artista dei tatuaggi proveniva da una formazione acquisita sul campo grazie a estro e passione, dal 1998 è entrata in vigore una Circolare Ministeriale che il Ministero della Sanità ha deciso di emanare grazie anche al contributo dell’ Associazione Tatuatori Italiani Riuniti (Atir), al fine di porre fine agli scopi di lucro che avevano invaso il mercato dei tattoo.
Nella circolare ministeriale sono esposte le Linee Guida a cui si devono uniformare coloro che desiderino svolgere la professione di tatuatore; la specifica regolamentazione spetta poi alle Regioni.
Si pone come obbligatorio un Corso Formativo Regionale con lo scopo di acquisire l’arte del tatuaggio e la conoscenza delle norme igienico-sanitarie stabilite dalla normativa.
Il Corso per avere validità deve avere una durata minima di 90ore, almeno 30 delle quali di tipo pratico.
Le lezioni dovranno vertere su tematiche quali: Igiene e Infettivologia (regole igienico-sanitarie da seguire nella gestione dell’ambiente di lavoro e nell’uso delle tecniche di lavoro al fine di prevenire malattie infettive), Dermatologia (infiammazioni della cute), Tecnica professionale (teoria e pratica del tatuaggio, attrezzature).
Al termine del corso, dopo il superamento di un test,  viene assegnato all’allievo un attestato di partecipazione che certifica l’idoneità igienico-sanitaria alla professione.
E’ opportuno sapere che dal 2009 è in vigore un Decreto Legislativo che regola l’utilizzo, nell’attività del tatuaggio, delle Sostanze Chimiche.

Il corso per operatore di Tatuaggio e Piercing della Scuola Internazionale Comics a Napoli

L’accademia delle ari figurative e digitali Comics, nata nel 1979 e divenuta negli anni una Accademia delle arti grafiche, visive, digitali, letterarie e musicali, offre la possibilità di seguire nella sua sede di Napoli un corso per operatore di Tatuaggio  e Piercing .
Il corso parte dalla visione della tattoo art come uno dei più antichi mestieri, e della figura del tatuatore come professionista delle discipline figurative, naturale evoluzione dell’esperto illustratore.
Non a caso, il corso puo’ anche essere seguito in abbinamento col corso di Illustrazione, in modo da consentire all’aspirante Tatuatore di apprendere le fondamenta della tecnica del disegno e acquisire così i prerequisiti per l’accesso al corso di Tatuaggio.
Sono infatti ammessi al corso per operatore di Tatuaggio e Piercing max 16 allievi, chiamati a superare un colloquio di ammissione nel quale dovranno dare prova di possedere le capacità adeguate alla professione. Coloro che provengono al corso di Illustrazione Comics non necessitano di superare il test d’entrata.
Il programma didattico del corso, della durata di 600 ore distribuite nella fascia pomeridiana, ha come obiettivo l’acquisizione di conoscenze riguardanti le tecniche e i vari stili di body art, piercing e tatuaggio, le modalità di utilizzo degli strumenti della professione e le norme sanitarie che regolano l’esercizio dell’attività.
Tra le materie figurano Storia del Tatuaggio, Etica professionale, Anatomia umana, Struttura dell’epidermide, Cura post tattoo, Tipologie, cura e manutenzione delle macchine, Tecnica di base e sfumature, Anatomia Tatuabile, Disegno tecnico ed Artistico, Stencils, FreeHand, Teoria del colore e  Scale di colore, Prevenzioni rischi e Procedure d’emergenza.
Una parte del corso è inoltre incentrata sulla Disciplina del rapporto di lavoro, con particolare attenzione alla Relazione tra cliente e fornitore e alla Contabilità aziendale.
La Sede di Napoli della scuola Comics è accreditata dalla Regione Campania, ed il corso per Operatore di Tatuaggio e Piercing è autorizzato ufficialmente;  l’operatore, una volta diplomato,  potrà quindi svolgere la professione sia in Italia che in Europa.

macchinario-tatuaggi

Il corso per tatuatore di Ars Estetica a Roma

Ars Estetica è una Scuola accreditata dalla Regione Lazio; nata nel 1990, ha tre sedi: Frascati, Valmontone e Roma.
La scuola eroga corsi riconosciuti dalla Regione Lazio nel settore della Tattoo Art
.
Il Corso di Qualifica Professionale per Tatuatori  offerto da Ars Estetica è il primo in Italia ad aver ottenuto Autorizzazione e Riconoscimento da  parte della Regione; il Corso di Formazione Professionale per Tatuaggio e Piercing, dopo essere stato attivato per la prima volta in Italia da Ars Estetica nel 1998, si è svolto nella sua prima edizione solo nel 2006, dopo la Delibera Regione Lazio D2970 del 5/10/2006.
Il Corso di Tattoo e Piercing erogato da Ars Estetica, con sede a Roma Cinecittà, ha durata di quattro mesi e prevede 200 ore di lezioni: 110 ore dedicate alla tecnica professionale, sia di base che avanzata, e 90 ore di Teoria igienico-sanitaria.
Più in particolare, il corso verte su materie quali: Disegno (proporzioni, anatomia umana artistica, studio dei principali stili); Colorimetria(pigmenti, tecniche di pittura per illustrazione);Tecnica professionale del Tatuaggio(Piano di lavoro, preparazione della macchinetta, saldatura degli aghi, disegno sulla pelle);Etica Professionale (Storia del tatuaggio, deontologia professionale del tatuatore professionista);Anatomia e Fisiologia (la cute e mucose, reazioni allergiche); Dermatologia; Igiene; Chimica.
Il Corso per la Qualifica di Tatuatore, che consente di ottenere il Diploma di Qualifica Professionale di Tatuatore, ha durata di otto mesi e prevede 400 ore di lezioni.
I requisiti di ammissione sono, come per il precedente corso, aver compiuto 18 anni di età e essere in possesso del Certificato di idoneità psicofisica rilasciato dalla ASL di competenza.
Tra le materie del corso ricordiamo: Nozioni Socio-culturali (storia ed evoluzione del tatuaggio); Etica Professionale; Anatomia e Fisiologia; Dermatologia (dermatosi allergiche, tumori della pelle); Igiene (agenti infettivi, principali rischi del tatuaggio); Chimica (coloranti, immunologia); Disegno (illustrazione in aula) ; Colorimetria (Tecnica professionale del Tatuaggio); Inglese, Informatica, Sicurezza sul lavoro, Elementi di Diritto.
Al termine del corso è previsto uno Stage di due settimane presso uno degli Studi certificati dalla Scuola.

tattoo-artist

L’apprendistato e la pratica sul campo per il tattoo artist

Al termine del corso, è previsto un periodo di apprendistato. E’ opportuno presentare ai potenziali insegnanti, insieme al proprio Curriculum Vitae,  un book fotografico o portfolio contenente i lavori più significativi, riprodotti su carta.
Il tirocinio puo’ avere una durata variabile da 1 a 5 anni, in relazione alla norme vigenti un ciascun paese e regione; è un percorso che, seppure non facile,  consente di perfezionare le conoscenze acquisite apprendendole direttamente da un tatuatore esperto che istruirà sul campo sia sulla corretta modalità di pulizia e utilizzo della strumentazione e sul rispetto delle norme igienico sanitarie che su tutta la gamma di stili e tecniche e i segreti dell’arte del tatuaggio.
Sarà proprio il maestro tatuatore a decidere quando per l’apprendista è giunto il momento di iniziare a fare tatuaggi direttamente sulla pelle.
Al termine del periodo di apprendistato, l’allievo riceve un certificato o licenza che deve essere rinnovata annualmente attraverso la frequentazione di corsi di aggiornamento e perfezionamento.

Come aprire un’attività di tatuaggi

Al termine del periodo di apprendistato, ottenuto il certificato o licenza, l’aspirante tatuatore può mettersi in proprio ed aprire un locale, non prima di aver seguito un preciso iter: rivolgersi all’Asl di competenza per ottenere l’autorizzazione sanitaria; aprire la Partita Iva; presentare la denuncia di Inizio Attività al Comune di residenza e iscriversi Registro Imprese della C.C.I.A.A.; iscriversi all’INPS e aprire un profilo Inail; infine, scegliere e contattare i fornitori e preparare il kit da tatuatore (macchinetta con grip; alimentatore; aghi sterili; disinfettante e guanti in lattice; colori anallergici).
E’ opportuno seguire un corso di management aziendale per  scrivere in modo corretto un business plan, o piano industriale, e far conoscere l’attività così avviata nel modo più efficace possibile, ad esempio  tramite una campagna pubblicitaria su internet: l’apertura di una pagina, un blog o un sito consentiranno di creare una vetrina nella quale mostrare il proprio portfolio.
E’ utile ricordare l’importanza di essere informati sulle norme igieniche vigenti nel paese in cui si opera.