stress-da-lavoro

stress-da-lavoro

Con la fine dell’estate e la ripresa dei ritmi frenetici di vita e di lavoro, lo stato fisico e psicologico più comunemente percepito è lo stress.

Si può definire con stress quel conflitto che si crea tra uno stimolo o una condizione esterna e la risposta del nostro corpo. Lo stress può essere fisico – dovuto ad esempio a un brusco abbassamento della temperatura – o emotivo – causato ad esempio da una situazione di pericolo. La reazione del nostro organismo a questi particolari eventi coinvolge il sistema nervoso e il sistema ghiandolare endocrino, e la risposta varia da individuo a individuo – a seconda delle caratteristiche personali fisiche e psicologiche.

Lo stress emotivo, inteso come l’incapacità dell’organismo di adeguarsi alle stimolazioni esterne, è stato definito come la malattia dei tempi moderni.

Le principali cause di stress

Proviamo a fare un elenco delle ragioni e delle situazioni che possono causare stress emotivo:

  • i ritmi sempre più frenetici e incalzanti al lavoro
  • gli impegni scolastici e sportivi per ragazzi e bambini
  • la sensazione di precarietà
  • la perdita del lavoro
  • la paura e l’incertezza per il futuro
  • i grossi cambiamenti in famiglia, come un lutto o la nascita di un figlio
  • l’inizio di un nuovo lavoro o l’avvio di un’impresa propria
  • i cattivi rapporti con una persona
  • un matrimonio infelice
  • una malattia

ma anche addiruttura

  • un viaggio o una vacanza
  • il bisogno irrefrenabile di seguire alcuni modelli estetici
  • l’uso, l’abuso e la ricerca delle nuove tecnologie

Video “Lo Stress da lavoro riconosciuto come patologia”

video

Tutti i sintomi dello stress

I disturbi che comporta lo stress determinato da una situazione nuova o un cambiamento brusco a cui il nostro corpo non riesce ad adattarsi, sono molteplici: stanchezza, faticabilità, irritabilità, calo dell’attenzione, cefalea, dolori diffusi, insonnia, depressione, difficoltà a digerire, e nervosismo, sono tra i sintomi più comuni.

A lungo andare, lo stress può portare a vere e proprie patologie gravi, che possono manifestarsi con l’ipertensione, emicranie croniche, dolore alla schiena, o ulcere.. Lo stress infatti porta soprattutto ad un indebolimento significativo delle difese immunitarie che proteggono l’organismo da molte patologie.

Questi gli altri sintomi determinati dallo stress: tic del viso, tremito, secchezza delle fauci, capigiri frequenti, asma, eccessiva sudorazione, attacchi di panico, fobie, ansia…

A questi segnali chiari e lampanti di stress, si aggiungono spesso delle attitudini quotidiane che sovraccaricano il nostro organismo e peggiorano il nostro stile di vita, come l’incapacità di rilassarsi o di godere dei piccoli piaceri della vita, oppure l’essere sempre di corsa, poco tolleranti e particolarmente autocritici o delusi degli altri e di se stessi. Per non parlare poi dei rapporti interpersonali o di coppia, che risentono pesantemente del nostro stato di stress…

Come combattere e far fronte allo stress

Naturalmente per curare lo stress definitivamente si dovrebbe eliminare la causa che ne determina gli effetti. Spesso però ciò non è possibile: è impensabile, ad esempio, di questi tempi decidere di licenziarsi da un posto di lavoro sicuro – per quanto sia stressante – o evitare la morte di un proprio familiare per non soffrire del lutto.

Quello che si può fare, però, è imparare a gestire lo stress, attraverso alcuni accorgimenti e seguendo questi utili suggerimenti:

  • PENSATE POSITIVO: Modificate il vostro punto di vista. Mettete a fuoco il problema e cercate di valutarlo dalla giusta prospettiva. Chiedetevi cosa potete cambiare per migliorare la situazione e chiedetevi se il vostro problema è davvero degno di così tanta preoccupazione da parte vostra. Immaginate quali gravi avvenimenti potrebbero accadere e cosa comporterebbero: non è un esercizio per i più pessimisti, ma si tratta semplicemente di essere sempre preparati, a qualunque cambiamento.
  • MODIFICATE IL VOSTRO STILE DI VITA: concedetevi qualche pausa tra un impegno e l’altro, pianificate il vostro lavoro e i vostri appuntamenti, fissate obiettivi raggiungibili, andate a dormire presto e svegliatevi mezzora prima per non avere sempre i minuti contati.
  • COMUNICATE: coltivate le vostre amicizie e i rapporti interpersonali. Confidatevi e parlate dei vostri problemi con le persone fidate. Chiedete aiuto se serve. Alcuni potrebbero aver avuto il vostro stesso problema, altri potrebbero essere ben felici di darvi una mano. Se sentite di aver raggiunto un punto di non ritorno, cercate l’aiuto professionale di uno specialista.
  • CURATE IL VOSTRO CORPO: inutile dire che un po’ di esercizio fisico dovrebbe sempre essere fatto, per una migliore qualità della vita. Se siete stressati, un po’ di ginnastica, corsa, palestra, nuoto, o qualsiasi altro sport è praticamente obbligatorio! Non solo avrete l’occasione di distrarvi un po’ dai vostri impegni, ma grazie all’attività fisica si possono ridurre le tensioni muscolari, migliorare l’ossigenazione alle cellule cerebrali, e rilasciare le endorfine, che favoriscono la calma e il benessere psico-fisico. Il vostro corpo, inoltre, migliorerà nell’aspetto e voi ne guadagnerete in… autostima! Concedetevi di tanto in tanto qualche massaggio rilassante
  • MANGIATE SANO: eliminate dalla vostra dieta le sostanze troppo stimolanti per il vostro sistema nervoso, come la caffeina o l’alcol, e moderate il consumo degli zuccheri. Il consumo regolare di frutta e verdura, inoltre, renderà sana la vostra alimentazione. Con i giusti nutrimenti non solo avrete le energie sufficienti per affrontare le vostre giornate, ma riuscirete anche a dormire meglio, poiché migliorerete il processo della digestione.

    Approfondimenti