Pulizia e cura della lavatrice



Come per gli altri elettrodomestici, per mantenere la nostra lavatrice perfettamente efficiente, dobbiamo tenere presente che anche questo nostro utilissimo apparecchio ha bisogno di qualche piccola manutenzione e di un po’ di pulizia.
Mentre per la lavastoviglie esistono prodotti che consentono di effettuare abitualmente una pulizia straordinaria eliminando grasso e sporco accumulato, per la lavatrice possiamo trovare in commercio soltanto i classici prodotti anticalcare, che dovremmo abitualmente utilizzare a ogni lavaggio per prevenire la formazione del calcare all’interno dell’apparecchio, spesso principale causa del suo malfunzionamento.

In sostituzione all’anticalcare chimico che troviamo in tutti i supermercati, si possono usare prodotti naturali alternativi che contrastano la formazione del calcare e non sono inquinanti: ad esempio l’aceto o il bicarbonato.

Ma per mantenere la lavatrice in salute e avere un bucato davvero pulito, questo può non essere sufficiente. Occorre infatti tenere puliti i vari elementi della lavatrice, ricordandosi sempre, prima di procedere, di staccare la spina dalla presa di corrente!

Pulizia del cassetto della lavatrice

Con il passare del tempo e dei lavaggi, all’interno del cassetto con le vaschette possono formarsi dei residui di detersivo o di detergente, a volte causa di cattivi odori. E’ necessario estrarre il cassetto (è possibile in tutti i modelli di lavatrice) e pulirlo accuratamente sotto acqua corrente.

Pulizia della pompa della lavatrice

Può accadere che la lavatrice non sia più in grado di scaricare completamente l’acqua al termine del lavaggio. Si rende necessario controllare quindi la pompa di scarico, dove potrebbero trovarsi residui di detersivo, incrostazioni, eventuali oggetti (bottoni, monetine, graffette) e lanugine che impediscono il passaggio dell’acqua.
In questo caso, in base al modello di lavatrice, è necessario pulire gli elementi di scarico – che si trovano solitamente nella parte frontale, sotto l’oblò – per far uscire tutta l’acqua rimasta intrappolata (si ricorda di mettere una bacinella, prima di aprire, per evitare l’allagamento della stanza!).
Questa operazione andrebbe fatta di tanto in tanto, come prevenzione.

Pulizia del tubo di alimentazione dell’acqua della lavatrice

Nel caso in cui si notasse un flusso insufficiente o assente di acqua nella lavatrice all’inizio di un lavaggio è necessario controllare il tubo di flessibile di alimentazione dell’acqua. Il filtro potrebbe infatti essere ostruito.
Prima di procedere, è assolutamente obbligatorio estrarre la spina dalla presa di corrente e chiudere il rubinetto da cui è alimentato l’apparecchio.
Si deve quindi estrarre il flessibile e per pulire il filtro si possono usare una piccola spazzola o un pennello. Rimontare quindi il tutto facendo attenzione alle eventuali perdite d’acqua.

Pulizia della guarnizione della lavatrice

Alcuni modelli di lavatrice consentono di staccare facilmente la guarnizione che si trova tra il cestello e l’oblò, ovvero quella guaina in gomma che impedisce la fuoriuscita di acqua quando l’apparecchio è in funzione.
Le lavatrici più datate consentono di effettuare questa operazione con più facilità, mentre per quelle di ultima generazione può non essere così semplice estrarre la guaina e, soprattutto, rimontarla nel modo corretto!
In questo ultimo caso, è sufficiente pulirla bene. Qui infatti, si possono a volte verificare ristagni di piccole quantità di acqua e detersivo che con il tempo provocano cattivi odori e lasciano il bucato non perfettamente pulito.
Per pulire la guarnizione, si può utilizzare un prodotto antimuffa e un panno pulito. Spruzzare il prodotto nella parte interessata, lasciare agire qualche minuto e risciaquare. Per assicurare una pulizia totale, è possibile anche effettuare un lavaggio senza carico, ad alta temperatura, usando al posto del detersivo il bicarbonato o l’aceto. In questo modo tutta la lavatrice sarà igienizzata.

Per mantenere a lungo la vostra lavatrice pulita, ricordate di lasciare il cassetto e l’oblò leggermente aperto quando l’apparecchio non è in funzione: questo permette il circolo dell’aria e quindi previene eventuali ristagni d’acqua all’interno.

Author: Chiara Zancanella

Sono un'appassionata del fai-da-te creativo e di cucina, amo scrivere e informarmi in modo indipendente sui fatti di attualità nel mondo. Il mio motto: "Prendi una buona idea e mantienila. Inseguila, e lavoraci fino a che non funzionerà" [cit. Walt Disney].

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *