dieta-iperproteica-plank

dieta-iperproteica-plank

E’ ciò che promette la dieta d’urto messa a punto da un non ben identificato personaggio, un certo Planck per l’esattezza (da non confondere con il noto fisico tedesco Max Planck, premio Nobel nel 1918) che si basa essenzialmente in un regime alimentare iperproteico. Si tratta di una dieta adatta a tutti quelli che desiderano perdere peso in poco tempo.

La dieta Plank (o Planck) potrebbe essere accostata alla famosa Dieta Duncan, anche se a differenza della seconda, la prima consente il consumo delle verdure e della frutta, seppure in quantità minime e con poca diversificazione.

Come funziona la dieta Plank

Il regime alimentare in dieta Plank non deve durare più di due settimane. Nel corso di questo periodo di tempo, si dovrebbe perdere fino a 9 kg, con un mantenimento di circa 3 anni della diminuzione del peso, visto che questa dieta pare sia in grado di modificare il metabolismo.
Questo regime alimentare è molto rigido e non permette sostituzioni. Ecco la dieta ufficiale da seguire per 15 giorni:

Lunedì
Colazione: caffè nero a volontà
Pranzo: 2 uova sode e spinaci bolliti a volontà con sale
Cena: 1 bistecca di manzo alla griglia con lattuga e sedano

Martedì
Colazione: caffè nero a volontà
Pranzo: 1 bistecca di manzo alla griglia con lattuga e frutta
Cena: prosciutto cotto a volontà

Mercoledì
Colazione: caffè nero, pane nero o pane di segale
Pranzo: 2 uova sode, lattuga, pomodori
Cena: prosciutto cotto e lattuga

Giovedì
Colazione: caffè nero, pane nero o pane di segale
Pranzo: 1 uovo sodo, carote di qualsiasi tipo, e formaggio svizzero
Cena: yogurt bianco basso contenuto di grassi e frutta

Venerdì
Colazione: caffè nero, carote crude al limone
Pranzo: pesce bollito e pomodori
Cena: una bistecca di manzo alla griglia con lattuga

Sabato
Colazione: caffè nero, pane nero o pane di segale
Pranzo: pollo alla griglia, per quanto si vuole
Cena: 2 uova sode e carote

Domenica
Colazione: tè al limone
Pranzo: una bistecca di manzo alla griglia e qualsiasi tipo di frutta
Cena: quello che si desidera

Al termine dei 7 giorni, si ricomincia dal lunedì seguendo lo stesso regime. Sono proibiti gli alcolici, gli zuccheri, gli spuntini fuori pasto e… le modifiche!

Le controindicazioni della Dieta Plank

Come si può notare dal menù, la dieta Plank è ricca di caffè e spesso non bada alle quantità. Vi è inoltre una mancanza totale di alcuni nutrienti indispensabili al nostro organismo, come i carboidrati, e una costante eccessiva di proteine.
Questo, naturalmente, ha determinato l’indignazione dei nutrizionisti e dei dietologi: anche se si raccomanda di seguire lo stretto regime alimentare per “soli” 15 giorni, la dieta Plank è troppo generica (non parla di quantità e di peso degli alimenti) ed eccessivamente sbilanciata, tanto da creare nell’organismo uno stress da non sottovalutare.

Si può sicuramente dire che questa dieta va contro tutte le raccomandazioni dei nutrizionisti degli ultimi anni, ovvero fare sempre una colazione abbondante e ricca di energie per affrontare la giornata, variare il proprio menù, consumare frutta e verdura fresca, limitare il consumo di caffeina e fare attività fisica, cosa assolutamente non menzionata nella dieta Plank.

Per quanto riguarda poi l’efficacia di questa dieta e i risultati realmente ottenuti, sul web si possono trovare testimonianze positive che pare abbiano raggiunto attraverso questo regime alimentare gli obiettivi sperati.

Noi rimaniamo dell’opinione che chi ha davvero bisogno di dimagrire dovrebbe almeno rivolgersi ad un medico per una dieta personalizzata e i consigli più adeguati al proprio stile di vita…

Approfondimenti