Champions League, martedì tocca alla Juve contro il Chelsea

Dopo la vittoria ottenuta in extremis nel derby della Mole, per la Juve arriva il momento della verità: alle 20.45 di martedì sera, stadio Olimpico di Torino, arriverà il Chelsea di Guus Hiddink. Gli inglesi hanno vinto di misura nel match d’andata degli ottavi di finale di Champions League, per 1-0, grazie al gol di Didier Drogba.

Ferma la Premier League, la squadra di Hiddink ha disputato sabato pomeriggio i quarti di finale di Coppa di Lega, battendo in trasferta il Coventry (squadra che milita in Championship, la nostra serie B), prevalendo grazie ai gol di Drogba (15’) e di Alex (72’). In campionato, nell’ultimo turno disputato il 3 marzo, ancora una vittoria in trasferta per 1-0, firmata sempre dal solito Drogba.

La sconfitta riportata dalla Juventus allo Stamford Bridge è stata la settima consecutiva per i bianconeri nella fase a eliminazione diretta di Champions League in trasferta, mentre il Chelsea è ora imbattuto da 16 gare casalinghe nella competizione, anche se le statistiche conteranno ben poco allo Stadio Olimpico. Match sicuramente emozionante per Claudio Ranieri. Il tecnico bianconero ha condotto il club di Londra per quattro anni a partire dal 2000 guidandolo alla sua prima semifinale in assoluto nella competizione nella stagione 2003/04 – ultimo anno in panchina a Stamford Bridge per il tecnico romano – perdendo con un 5-3 complessivo contro il Monaco.

La Juve ha avuto risultati altalenanti in Coppa dei Campioni quando ha perso l’andata in trasferta ( ha vinto otto volte e perso nove). In UEFA Champions League, la squadra di Torino ha ribaltato la sconfitta subita all’andata in quattro occasioni su sette.

Anche il Chelsea, però, quando ha vinto la gara all’andata in UEFA Champions League, ha ottenuto risultati altalenanti. Ha superato il Bayern Monaco nei quarti del 2004/05, ma il Liverpool (semifinali 2006/07) e il Barcelona (quarti 1999/00) hanno ribaltato il risultato eliminando il club di Londra.

La Juventus è tornata in Europa dopo un’assenza di due stagioni ed è riuscita a conquistare il primo posto nel Gruppo H precedendo il Real Madrid in classifica. Le due squadre hanno concluso la fase a gironi a 12 punti, ma la Juve è risultata prima in virtù dei due successi contro gli spagnoli (2-1 in casa e 2-0 in trasferta). In casa i bianconeri hanno battuto lo Zenit 1-0 e pareggiato 0-0 contro il BATE Borisov.

I campioni del 1996 vantano un ottimo record casalingo in Europa, avendo vinto tutte le partite allo Stadio delle Alpi nelle fasi a gironi delle stagioni 2004/05 e 2005/06. In queste due edizioni i bianconeri hanno disputato dieci partite in casa vincendo otto volte e pareggiando due e subendo due soli gol. Considerando anche questa stagione il ruolino in casa recita: 13 partite, 10 vittorie e 3 pareggi con appena tre gol subiti. L’ultima sconfitta interna nella competizione è quella contro il Deportivo La Coruña negli ottavi del 9 marzo 2004. La squadra spagnola si era imposta per 1-0 a Torino accedendo al turno successivo con un 2-0 complessivo.

La Juve ha vinto dieci delle 16 gare interne contro avversarie della Premier League nelle competizioni UEFA per club ottenendo anche tre pareggi e tre sconfitte. Difficili gli ultimi tre incontri in cui sono arrivati due 0-0, contro l’Arsenal FC nei quarti della UEFA Champions League 2005/06, e contro il Liverpool nella stessa fase della stagione precedente. In entrambi i casi i bianconeri erano stati sconfitti in trasferta. I precedenza la Juventus era stata sconfitta per 3-0 dal Manchester United FC nella fase a gironi del 2002/03.

La sfida permette al Chelsea di tornare subito in Italia dopo aver perso 3-1 contro la Roma nella quarta giornata della fase a gironi. La finalista della passata stagione è finita seconda nel Gruppo A con undici punti, uno dietro alla Roma. Per i Blues è stata la seconda sconfitta in cinque trasferte in Italia. Poi sono arrivati due pareggi e una vittoria roboante, 4-0 allo Stadio Olimpico contro la Lazio nella fase a gironi della UEFA Champions League 2003/04 .

Il Chelsea non ha mai vinto in trasferta nella fase a gironi di quest’anno, pareggiando contro il Bordeaux e il Cluj prima e dopo la sconfitta di Roma. Dopo la partenza di Ranieri il Chelsea ha raggiunto la semifinale di UEFAChampions League tre volte nelle quattro stagioni successive. Gli inglesi sono arrivati in finale una sola volta facendosi battere ai calci di rigore dal Manchester United FC l’anno scorso a Mosca.

Tiago, centrocampista della Juve, ha trascorso una stagione al Chelsea nel 2004/05 disputando 34 incontri di campionato e conquistando il campionato che i londinesi non vincevano dal 1955.

Mohamed Sissoko, centrocampista bianconero, indisponibile perché infortunato, sedeva sulla panchina del Liverpool a Stamford Bridge nell’andata della semifinale 2006/07. Il Chelsea ha vinto 1-0 ma il Liverpool ha superato il turno ai calci di rigore dopo che il ritorno ad Anfield si era concluso con lo stesso risultato per i padroni di casa. (dati Uefa)

Approfondimenti