Si parte!

Sessanta mila audizioni, ma sempre e solo dodici finalisti. X Factor 6 è pronto a partire, o meglio è già partito. Giovedì sera, alle 21.10 su Sky Uno (ed in replica domenica alla stessa ora in chiaro su Cielo), via alla seconda edizione “satellitare” del popolare talent show musicale che non ha risentito dell’addio alla Rai visto che il numero degli aspiranti cantanti si è moltiplicato. Merito della qualità del prodotto e del fatto che il pubblico ed i partecipanti capiscono che si tratta di “un prodotto vero“, come detto a più voci durante la presentazione della trasmissione, avvenuta lunedì all’antica Fonderia Napoleonica di Milano. Squadra confermata in blocco, dal poker di giudici composto da Simona Ventura, “campionessa in carica”, Elio, Arisa e Morgan, fino al conduttore Alessandro Cattelan che presenterà anche il day time in onda dal 19 ottobre per finire con i padroni di casa di Xtra Factor, Brenda Lodigiani e Max Novaresi: la speranza è che quest’ultimo tassello, il lato debole della scorsa edizione, sia stato migliorato a dovere.

Applausometro

Non mancano le novità, all’insegna della tecnologia: su tutte l’applausometro, non proprio un’idea innovativa visto che i meno giovani lo ricorderanno a Stasera mi butto, gara di imitatori dei primi anni ’90, ma l’ovvia differenza è che questa volta l’intensità dell’applauso sarà virtuale. Gli spettatori potranno applaudire o fischiare un’esibizione e potranno vedere le variazioni del gradimento a differenza della giuria che ne rimarrà all’oscuro. Il tutto sarà attuabile sui social network, sul sito ufficiale ed on demand sul decoder interattivo My Sky. Si comincia proprio come lo scorso anno con quattro puntate che faranno una sintesi della lunga estate dei giudici, di fatto la parte più stressante di tutto il programma: tra audizioni e boot camp si sono presentati appunto in 60.000 ma solo dodici calcheranno il palco del Teatro della Luna per la prima puntata “vera” di giovedì 18 ottobre: ovvio che i giudici conoscano già i nomi dei finalisti, ed infatti le anticipazioni non sono mancate. “Avevamo paura di non trovare dodici talenti come quelli della scorsa edizione ma ce l’abbiamo fatta” ha detto Cattelan mentre Elio ha ufficializzato di aver cambiato il nome di un artista come già fatto lo scorso anno con I Moderni, in origine .

Categorie

E le categorie? Anche quelle sono ovviamente già note ma in conferenza le bocche sono rigorosamente cucite. I rumors però si trasmettono e così sembrano esserci pochi dubbi riguardo al fatto che Morgan si occuperà degli over 25, Elio delle ragazze under, Simona Ventura dei ragazzi under ed Arisa dei gruppi vocali. La missione è trovare la nuova pop star che riceverà un contratto da 300.000 euro con la Sony ma il difficile verrà dopo. Nessuno lo dice, infatti, ma eccetto Marco Mengoni gli altri quattro vincitori non hanno esattamente sfondato nel mondo della musica, almeno fino ad ora. Un dato su cui riflettere e che dovrebbe spingere a cercare davvero la qualità e non a privilegiare sempre e solo i “propri” cantanti, l’unico vero limite delle precedenti edizioni. Eppure in conferenza è un florilegio di sorrisi e complimenti anche tra i giudici, segnale che le tensioni cui si assiste durante le puntate sono in gran parte costruite per ragioni “scenografiche”. Ed a ribadire il profondo legame tra Morgan e Ventura ecco che sarà proprio Super Simo a fare da madrina alla seconda figlia di Morgan, che nascerà tra quattro mesi dalla relazione del cantautore con Jessica Mazzoli, cantante della scorsa edizione. L’amore trionfa.