Rustenburg, panorama

Rustenburg, panorama



Rustenburg è una città di 125.000 abitanti situata nella parte settentrionale della Repubblica Sudafricana, ai piedi del monte Magaliesberg e a 100 km di distanza sia da Pretoria che da Johannesburg.

In afrikaans e olandese Rustenburg significa “Città del riposo”, un nome che sembra derivare ed essere collegato alla serenità e pace trasmesse dagli scenari naturali offerti dal luogo.

Caratteristici di Rustenburg sono i filari di Jacaranda, fiori tropicali dal colore viola che adornano e ravvivano in estate sia le strade cittadine che i dintorni.

Molto sviluppata è l’attività dell’agricoltura: fin dalla nascita dell’insediamento da cui poi si formò l’attuale città, il territorio particolarmente fertile consentì la coltivazione di agrumi, tabacco, arachidi, semi di girasole e mais.

Anche l’attività dell’estrazione mineraria, le cui origini risalgono all’Ottocento, ha conosciuto nel corso degli anni un graduale incremento, specialmente nel settore dellestrazione del platino, del quale Rustenburg è il primo produttore al mondo.

Mondiali di Calcio 2010 a Rustenburg

Alcune delle partite dei Mondiali di calcio che si giocheranno nel 2010 si svolgeranno a Rustenburg, e saranno ospitate dal Royal Bafokeng Sports Palace.

La struttura, costruita nel 1995 come stadio di rugby, e divenuta poi stadio di calcio, è perfettamente equipaggiata per ospitare le partite di calcio; molti rinnovamenti sono infatti stati messi in atto proprio per rendere lo stadio una struttura perfettamente funzionale. La capacità dell’impianto sportivo è giunta così a circa 40.000 persone.

Calendario delle partite che si svolgeranno a Rustenburg:
Nuova Zelanda-Spagna 14 giugno
Sudafrica-Nuova Zelanda 17 giugno
Egitto-Stati Uniti 21 giugno
Semifinale 28 giugno

Royal Bafokeng Sports Palace

Royal Bafokeng Sports Palace



Cenni storici Rustenburg

Le origini di Rustenburg sono da far risalire al 1851, quando i coloni del ceto borghese fondarono ai piedi del monte Magaliesberg un insediamento che ne sostituì uno precedente (l’africano Bafokeng, “Uomini di rugiada”)
divenendo presto il fulcro della vita amministrativa della fertile zona agricola i cui prodotti erano agrumi, tabacco, arachidi, semi di girasole e mais.

Dopo pochi anni, con la migrazione di popolazioni indiane, la città si ampliò.

Molto importante per lo sviluppo economico e architettonico di Rustenburg fu l’apporto della famiglia indiana Bhyat, da cui prende il nome la Fatima Bhayat Street, una delle vie del centro da loro fatta costruire.

Itinerari e luoghi da visitare a Rustenburg

Parchi e riserve naturali

Madikwe Game Reserve

Madikwe Game Reserve

Madikwe Game Reserve



Si tratta di un vero e proprio paradiso che si apre nello scenario naturale circostante la città di Rustenburg estendendosi per circa 75.000 ettari a nord del Pilanesberg.

Qui troviamo un’ampia gamma di specie animali e vegetali rare, tra cui circa 350 specie di uccelli e la seconda più grande famiglia di elefanti del Sudafrica.

Ad essere ospitate nell’ambiente ecologico praticamente perfetto della Madikwe Game Reserve, sono poi molti esemplari di leoni, leopardi e bufali.

Molte le possibilità di esplorazione della riserva offerte al visitatore, tra cui l’imperdibile safari.

Pilanesberg National Park

Pilanesberg National Park

Pilanesberg National Park



Situato nelle vicinanze di Sun City, il Pilanesberg National Park venne fondato nel 1979 come parte di fa parte di un articolato progetto teso alla riqualificazione ambientale e alla salvaguardia del mondo animale. Il parco naturale si staglia su uno sfondo adornato dalle dolci colline che sono il risultato della precedente attività di vulcani ormai estinti. Tra le caratteristiche più affascinanti del Pilanesberg National Park c’è non solo un antichissimo cratere vulcanico, risalente a circa 1200 milioni di anni fa, situato al suo interno e oggi occupato dal Mankwe Lake, ma anche il Mankwe Dam, la zona attorno a cui gli animali sono soliti raccogliersi nei momenti condivisi in comunità. Nell’area boscosa, estesa per circa circa 55.000 ettari, ( si tratta del quarto parco nazionale più grande del Sudafrica) vivono molte specie animali: oltre a 300 specie di uccelli, troviamo felini,  elefanti, rinoceronti bianchi i bufali, iene, ippopotami, antilopi, e la rara specie del cane selvatico africano.

Da notare che essendo posto all’interno di una zona esente dal pericolo di contrarre la malaria, il Pilanesberg Park è la riserva naturale più visitate da famiglie con bambini.

Monumenti ed edifici storici

Comunità tedesca di Kroondal

Kroondal, Chiesa anglicana

Kroondal, Chiesa anglicana



Fondata nel 1857, la comunità offre al visitatore molte attrazioni, tra cui i giardini di rose , i caffè d’arte e i ristoranti, come il Kroondal Watermill.

Tra gli edifici sacri, da visitare la chiesa riformata olandese, consacrata da Andrew Murray nel 1851 e la chiesa anglicana, eretta nel 1870 e successivamente, nel 1967, quasi completamente ristrutturata.

Kroondal è stata teatro di molte battaglie combattute durante le guerre anglo-boere; sono molti i monumenti e i siti dedicati alla loro commemorazione, come il cimitero, con le lapidi dei funzionari britannici e soldati uccisi nelle battaglie di Buffelspoort, Moedswil e Koster.

Boekenhoutfontein

Kruger house a Boekenhoutfontein

Kruger house a Boekenhoutfontein



Si tratta di un piccolo ma caratteristico sito distante solo pochi km da Rustenburg; essendo ex proprietà di Paul Kruger, possiamo trovare a Boekenhoutfontein testimonianze e monumenti legati alla personalità politica udafricana : la Kruger House,
casolare colonico e ranch fatto costruire da Kruger nel 1841(il più antico del Sudafrica) e la statua in bronzo realizzata dallo scultore francese Jean Achard proprio in memoria della figura Paul Kruger.

Immagini tratte da:

www.rustenburg.gov.za

www.buffaloridgesafari.com

Approfondimenti