Genoa-Inter 0-2, tabellino
L’Inter passa a Genova, dove in settimana era stata sonoramente battuta dalla Samp in Coppa Italia, e vola a +10 in classifica, in attesa del derby di Torino che sancirà se la Juve è ancora in corsa Scudetto o se dovrà disputarsi il secondo posto con le altre rivali. Inter subito in vantaggio al 2′ con un pallonetto di Ibrahimovic che beffava Rubinho. Miracolo del portiere nerazzurro Julio Cesar su colpo di testa del genoano Biava al 21′. Passato il pericolo, la squadra di Mourinho chiudeva in vantaggio la prima frazione, in cui ha Mourinho aveva subito dovuto sostituire Materazzi e Burdisso, lievemente infortunati. Il raddoppio, al quarto d’ora della ripresa, di Mario Balotelli, che di piatto batteva per la seconda volta Rubinho, beccandosi poi l’immancabile cartellino giallo per il solito peccato di gioventù, poco dopo, nonostante gli ammonimenti di capitan Zanetti. Il risultato non cambiava fino al triplice fischio di Morganti, che sanciva la quarta vittoria esterna consecutiva, nonchè ottavo risultato utile consecutivo per i nerazzurri. Per il Genoa, agganciato dalla Roma a 45, è la prima sconfitta interna dopo quasi dieci mesi.

GENOA-INTER 0-2 (pt. 0-1)
2’pt Ibrahimovic (I), 16’st Balotelli (I)

GENOA: Rubinho – Biava, Ferrari, Bocchetti (27’st Mesto) – Rossi, Juric, Thiago Motta, Criscito – Sculli (21’st Olivera), Milito, Jankovic (11’st Palladino). In panchina: Scarpi, Modesto, Papastathopoulos, Milanetto. Allenatore: Gasperini.
INTER: Julio Cesar – Maicon, Burdisso (31’pt Muntari), Materazzi (16’pt Cordoba), Santon – Zanetti, Cambiasso, Stankovic – Figo (27’st Mancini) – Ibrahimovic, Balotelli. In panchina: Toldo, Jimenez, Crespo, Adriano.
ARBITRO: Morganti
NOTE: Ammoniti, nel Genoa: Milito, Thiago Motta, Biava, Ferrari; nell’Inter: Ibrahimovic, Balotelli, Mancini. Recupero: 5′ e 3′.

Approfondimenti