Un'immagine da X Factor 2012 nel Teatro della Luna di Assago

Un’immagine da X Factor 2012 nel Teatro della Luna di Assago

X Factor scalda i motori. Manca ormai poco più di un mese al via televisivo della settima edizione: giovedì 26 settembre, infatti, Sky Uno trasmetterà la prima delle quattro puntate dedicate alle audizioni, propedeutiche alla formazione delle squadre per la gara live, che partirà, giovedì 24 ottobre. Ovviamente ciò che vedremo in tv sarà ampiamente registrato, e mentre stiamo scrivendo i quattro team sono già stati formati dopo gli home visit, ma per i quattro giudici vige ovviamente l’ordine del silenzio. Qualcosa però filtra, a partire dalla nuova collocazione. Abbandonato il Teatro della Luna di Assago, l’idea era quella di spostarsi in una tendostruttura da costruire in Via Deruta, in zona Milano 3: tuttavia un paio di settimane fa erano circolate notizie in merito a presunte irregolarità del luogo, riscontrate dall’Asl del capoluogo lombardo relativamente all’impianto elettrico ed ai mezzi di sollevamento.

La società Deruta 20 ha minimizzato l’accaduto, sostenendo che l’Asl avrebbe solo chiuso un vecchio gabbiotto inutilizzato, mentre Sky, attraverso un comunicato ufficiale, ha confermato come la tendostruttura fosse in pessime condizioni ma prima della necessaria opera di riqualificazione. Tant’è, ma qualche polemica si avverte, mentre sullo sfondo Torino si candida ad ospitare la trasmissione. Così l’assessore alla Cultura Michele Coppola: “Abbiamo lavorato per mesi con Film Commission Piemonte e Parco Olimpico per ospitare X Factor 2013 al Palavela, al PalaOlimpico o in altri luoghi di Torino. Dopo numerosi sopralluoghi, ci eravamo convinti che potessimo essere i prescelti, ma alla fine non se ne fece nulla. Mi chiedo perché costruire ex novo un tendone suscitando le ire dei residenti, le proteste degli amministratori pubblici e, infine, il sequestro del cantiere, quando altrove era già tutto pronto”. Milano vs Torino, quindi: tutti vogliono X Factor…

video

Approfondimenti