Ugly Betty e l’apparecchio per i denti spopola
Ugly Betty e l’apparecchio per i denti spopola


Volete sapere cos’è più alla moda per i ragazzini di oggi delle elementari? Non è l’avere un nuovo modello di scarpe, non è il possedere la riproduzione di qualche personaggio dei cartoni animati, non è, nemmeno, lo sfoggiare uno strano taglio di capelli, ma bensì, incredibile a dirsi, il mostrare, in tutto il suo splendore, l’apparecchio per i denti.

Ormai, è lontana l’epoca in cui un bambino veniva deriso e preso in giro dai propri compagni, non appena un sorriso, per la prima volta, mostrava la chiostra dei denti interamente coperti da stelline e fili metallici.

Il cosiddetto “apparecchio fisso” era il terrore per qualsiasi ragazzino o ragazzina dalle elementari in su. Ora non più. Sono proprio loro, durante la visita dal dentista, a sperare di dover correggere qualcosa, e di poter così indossare, fin da subito, la “macchinetta” per i denti.

Complice, forse, un noto telefilm di enorme successo,“Ugly Betty”, in cui la protagonista sudamericana, interpretata da America Georgina Ferrera, indossa orgogliosa un apparecchio, o, più probabilmente, la possibilità di sostituire l’arco che unisce le placchette poste sui denti (le “stelline”), una volta formato da fili metallici, con elastici di qualsiasi colore, di questi tempi i bambini non vedono l’ora di accomodarsi sulla sedia del dentista.

Sfoderare un apparecchio colorato è, quindi, diventato un must per ogni ragazzino italiano, con la sola differenza che il rosa e il fucsia sono i colori che più spopolano tra le femminucce, mentre i maschi propendono per i colori della squadra del cuore.

Non tutto è cambiato, però, sorpassata l’età da elementari, l’apparecchio ritorna ad essere il peggiore degli incubi per i ragazzi dalle medie in su, i quali, se costretti a metterlo, richiedono quello con le stelline bianche che si mimetizzano con i denti, guai, infatti, a presentarsi al primo bacio con il tanto odiato “pezzo di ferro”.

Approfondimenti