Taormina è una delle città  più affascinanti della Sicilia: il suo territorio si estende su una terrazza del Monte Tauro, lungo la costa che va da Capo Sant’Andrea a Capo Taormina, tra il mar Jonio con le sue bellissime spiagge e i monti Peloritani, che la circondano a nord e ad ovest.

Taormina

Taormina



Taormina: cenni storici

Abitata fin dall’ epoca arcaica dai siculi, divenne poi colonia romana, e in seguito fu governata da Bizantini e Normanni, per poi essere annessa al Regno delle Due Sicilie.

Nell’832 a.C., i Greci fondarono alle foci del fiume Alcantara la colonia Naxos (odierna Giardini Naxos).

Ben presto Taormina divenne nota per la dolce vita, e per la meravigliosa natura, terra amata anche da famosi scrittori ed artisti come Goethe e Maupassant, divenendo un’importante meta turistica.

Taormina: itinerari e luoghi da visitare

Teatro Greco

Teatro Greco

Teatro Greco



L’edificio risale all’epoca ellenistica, quando fu ideato e costruito dai Greci Tauromeniti; in epoca romana, sotto Cesare Ottaviano Augusto (31 a. C-14 d. C), venne ampliato e ricostruito, e venne adibito a spettacoli gladiatorii. Con quello di Siracusa è il più grande dei teatri siciliani di origine greca, ed è sede di numerose manifestazioni culturali. Goethe, che visitò il teatro nel 1787, ne rimase molto affascinato.

Chiesa di san Pancrazio

Eretta verso la metà  del 1500 sulle rovine del Tempio greco di Giove Serapide, presenta uno stile barocco; notevole il portale con architravi in pietra di Taormina, ornato da due colonne di stile jonico per ogni lato. All’interno è conservato un bellissimo affresco raffigurante il martirio di San Pancrazio, il patrono di Taormina, e una sua statua in oro zecchino.

Duomo di san Nicolò

Duomo di San Nicolò

Duomo di San Nicolò



Chiamato anche la Cattedrale fortezza , il duomo di Taormina venne edificato intorno al 1400, per poi essere completamente restaurato nel 700. La costruzione attuale, in stile gotico, ha una pianta a croce latina e tre navate. La navata centrale, sorretta da sei colonne per lato, in marmo rosa di Taormina, è coperta da un soffitto a travi di legno con motivi arabi in gusto gotico.
Il portale principale reca un grande rosone in stile rinascimentale.

Odeon romano

Teatro Odeon

Teatro Odeon



Edificato su dei resti ellenistici in età  imperiale, sotto Cesare Augusto Ottaviano, si trova nel retro della Chiesa di santa Caterina, dietro la collina di Santa Caterina d’Alessandria d’Egitto. Il suo ritrovamento avvenne per caso il 5 giugno del 1892.
La struttura è quella tipica di tutti i teatri romani: scena, orchestra e cavea sono le tre parti principali. Probabilmente anticamente era adibito ad ospitare recite e audizioni musicali riservate ai magistrati e alle loro famiglie e ad ospiti di riguardo.

Castello di Taormina

Posto su un’altura dalla quale si domina tutta la città , il castello, sorse sui fianchi della rocca del “Tauro è un’antica costruzione oggi ridotta in stato di rudere; alla fortificazione, ridotta ormai a uno stato di rudere, si accede tramite un angusto sentiero. L’accesso è vietato da cinque anni.

Palazzo Corvaja

Palazzo Corvaja

Palazzo Corvaja



Situato in piazza Badia, è il più importante palazzo medievale della città . Dal 1538 al 1945 fu proprietà  della famiglia Corvaja, una delle più antiche e nobili di Taormina. Nel suo stile si fondono caratteri arabo, gotici e normanni, dovuti alle trasformazioni effettuate sotto le varie dominazioni. Nato come torre araba con scopi militari, la torre fu ampliata alla fine del tredicesimo secolo, con l’aggiunta di una nuova ala del Palazzo e della scala d’ingresso che dal cortile porta al primo piano. Da vedere i tre splendidi pannelli di pietra di Siracusa sul pianerottolo, raffiguranti la creazione di Eva, il peccato originale e la cacciata dal paradiso. Notevole anche il grande salone quattrocentesco, con un affresco che rappresenta Daniele nella fossa dei leoni, e il Museo Siciliano di arte e tradizioni popolari, ospitato all’interno del palazzo. Esso ospita esposizioni di reperti di arte figurativa e dell’artigianato artistico siciliano.

Da vedere a Taormina è anche la Riserva Naturale di Isola Bella, una piccola isola raggiungibile dalla città  attraverso una lunga serie di scale e stradine che percorrono il Monte Tauro. essa è abitata da una ricca vegetazione, con rare piante esotiche alternate alla macchia mediterranea, e da una fauna costituita soprattutto da uccelli marini, come il Gabbiano Reale, il Martin Pescatore, il Cormorano e l’Airone Cenerino.

Una tappa imperdibile è costituita anche dal Parco fluviale dell’Alcantara, situato a circa 25 km da Taormina, celebre per le sue Gole, plasmate nella roccia da fenomeni geologici.

Taormina: eventi e folklore

Numerose sono le manifestazioni e gli eventi che si svolgono a Taormina: concerti, opere teatrali e opere liriche, il cui scenario è spesso il Teatro Antico. Tra essi ricordiamo Taormina Arte, nell’ambito del quale rientra anche il Taormina Film Festival, Festival del Cinema di Taormina, durante il quale vengono consegnati i prestigiosi Nastri d’Argento.

Immagini tratte da:
www.wikimedia.org
http://www.taohotels.com
www.flickr.com

Approfondimenti