steven slate

steven slate

L’”esplosione” di Steven Slater e l’arresto per trasgressione delle regole di bordo

Quella di Steven Slater è una storia così inverosimile che risulta difficile credere sia veramente accaduta.
Tutto è cominciato circa una settimana fa, quando all’aeroporto Kennedy di Pittsburgh lo steward, assistente di volo della linea JetBlue, si è reso protagonista di una tragicomica scena.
Mentre stava cercando di sedare la lite tra due donne iniziata a causa di un bagaglio a mano, Slater ha sbattuto la fronte in uno sportello.
La tensione è cresciuta quando, all’arrivo a New York, lo steward è dovuto nuovamente intervenire invitando una delle due donne ad aspettare che l’aereo fosse fermo per tirare fuori dal ripostiglio il bagaglio. La donna ha rifiutato, causando l’urto di Steven con la valigia.
All’incidente è seguita immediatamente l’inaspettata reazione dello steward, che, dopo aver mandato al diavolo i passeggeri maleducati e aver preso due birre dal frigo, si è lanciato giù dallo scivolo dell’uscita di sicurezza ed è tornato a casa.
L’uomo, avendo messo a repentaglio la sicurezza dell’aereo e dei passeggeri col suo gesto, è stato arrestato con l’accusa di trasgressione delle regole di bordo e comportamento pericoloso.

Steve Slater, nuovo idolo dei lavoratori soggetti a condizioni vessatorie

Nonostante questo, e il rischio, in seguito al processo, di essere condannato a sette anni di carcere, Steven è ormai considerato dai più alla stregua di un eroe: basti pensare che su Facebook è nato a suo favore un gruppo, i cui oltre 200.000 membri vedono in lui il massimo rappresentante di tutti coloro che sul lavoro sono costretti a subire comportamenti maleducati o vessatori.

Approfondimenti