Sestri Levante è un’incantevole località  della provincia di Genova, situata nella Riviera di Levante, sul Golfo del Tigullio, a ridosso di un promontorio roccioso che si affaccia sul mare.

La conformazione del suo territorio è unica: le abitazioni sorgono lungo un istmo che separa la Baia delle Favole dalla Baia del Silenzio. La prima è così chiamata perchè nel 1835 vi soggiornò lo scrittore di favole Hans Christian Andersen; la Baia del Silenzio invece sembra ricordare col suo nome la quiete del romantico mare sul quale si affaccia.

Sestri Levante, panorama

Sestri Levante, panorama



Sestri Levante: cenni storici

Anticamente Sestri Levante era costituita da un isolotto, che solo in età  moderna è stato unito alla terraferma per mezzo dell’istmo. La città  venne fondata dall’ antico popolo dei Liguri o Tigulli , da cui prende il nome l’attuale zona geografica chiamata Tigullio. In epoca romana era chiamata Segesta Tiguliorum o Segeste. Durante l’epoca medievale, il territorio si allargò fino a comprendere anche la zona della terraferma. In questo periodo, la città  fu oggetto di attacchi da parte della Repubblica di Genova e di Pisa, fino a che, nel 1172, le famiglie liguri dei Malaspina e dei Fieschi occuparono il comune. Nel 1815 il comune venne inglobato nel Regno di Sardegna, e nel 1861 fu annesso al Regno d’Italia.

Sestri Levante: itinerari e luoghi da visitare

Sestri Levante comprende tre zone: il centro storico, Riva Trigoso e le frazioni sulle colline.

Il centro storico si sviluppa tra le due baie e l’istmo, con le caratteristiche case color pastello addossate le une sulle altre ed affacciate sulle strette stradine, in alternanza con i palazzi nobiliari e gli edifici religiosi.

Tra gli edifici religiosi, troviamo la Chiesa di san Nicola di Bari, costruita tra il 1750 e il 1791, e la Chiesa di Santo Stefano del Ponte.

Palazzo Fasce è invece una costruzione risalente all”inizio del secolo; situata in Largo Colombo, è l’attuale sede del comune.
Da visitare nel centro di Sestri anche la Pinacoteca Rizzi, che espone dipinti di artisti fiamminghi e una collezione di ceramiche liguri.

Riva Trigoso e’ il sobborgo di Sestri, una frazione comprendente Trigoso, l’insediamento interno raccolto attorno alla chiesa di Santa Sabina, e la Riva di Trigoso, affacciata su un ampio golfo.

Nella zona di Trigoso, i patrizi genovesi fecero costruire molte Ville Gentilizie da adibire a signorili residenze estive rurali, legate al giardino e al territorio.

Tra queste, Villa Sertorio, situata nelle vicinanze dell’antico borgo, tra via Nazionale ed il corso del torrente Gromolo, fu probabilmente edificata tra il 1763 e il 1776 per volere della famiglia Sertorio. La Villa ha conservato l’originario giardino all’italiana, ricco di lecci secolari, cipressi, e l’annesso orto. Si presenta articolata su tre piani: il piano terra, il piano nobile, e il piano attico.

Da vedere anche Villa Segesta e la Villa delle Pesche.

Tra gli edifici religiosi del luogo troviamo a Riva Trigoso la chiesa di San Pietro, con portoni in bronzo e il caratteristico pizzale antistante decorato a mosaico.

Sestri Levante, Riva Trigoso, chiesa di San Pietro

Sestri Levante, Riva Trigoso, chiesa di San Pietro



Da vedere anche la Chiesa di Santa Sabina in Trigoso, che fa parte del complesso di villa Fieschi, antica residenza dei conti Fieschi, situata nei pressi di Trigoso. Il sagrato è realizzato con la tecnica ligure del “risseu”, cioè usando ciottoli di mare di diverso colore.

Le frazioni corrispondono invece all’insieme dei piccoli insediamenti lungo le colline che circondano Sestri. La parte più moderna di Sestri Levante occupa la piana compresa tra il mare e le colline dell’entroterra.

Villa Gualino

La villa, situata su un colle di Sestri affacciato sul mare, venne costruita nel 1925, e comprendeva tre parti: il Castello dei Lecci, residenza dei proprietari, attualmente hotel; il Castello dei Cipressi, destinato agli ospiti; il Castello delle Agavi, dove dimorava la servitù.
Intorno alla villa si estende un ampio Parco, che costeggia il mare. Al centro del Parco è situata la Torre Marconi, famosa perché fu luogo degli esperimenti dell’ omonimo scienziato.

Palazzo Negrotto Cambiaso

Situato nella Baia del Silenzio, nacque come residenza di villeggiatura estiva della nobiltà  genovese; è stato recentemente ristrutturato, ed è sede di molte manifestazioni culturali.

Sestri Levante: eventi e folklore

Il Palio marinaro del Tigullio si svolge fra giugno e agosto, con una sfida a cui partecipano anche le altre località  del Tigullio.

La Barcarolata è invece una sfilata di natanti che ha luogo l’ ultima domenica di luglio nello specchio della Baia del Silenzio. L’imbarcazione addobbata in modo più originale viene premiata.

A luglio si svolge anche la Sagra del Bagnun, che prevede, oltre a una mostra di pittura denominata “A Muageta” , una fiera di merci varie e, il sabato sera, libere degustazioni del Bagnun, tipica zuppa di pesce.

La Festa della Madonna del Carmine è invece un evento religioso, che si svolge a luglio, quando una processione porta la statua della Madonna addobbata con grappoli d’uva fatti maturare in anticipo.

Sestri Levante: tradizione enogastronomica

Riva Trigoso e Sestri Levante sono da sempre conosciute per la pesca dell’acciuga: il Bagnun è una zuppa di pesce proprio a base di acciughe, pane, olio e pomodori. La tradizione di questo piatto risale all’800, quando veniva servito sui piroscafi e sui pescherecci. Tra le specialità  del luogo troviamo anche la focaccia di Riva Trigoso, da gustare bianca, con le cipolle, o con il formaggio.

Sestri Levante, Sestri Levante, panorama notturno

Sestri Levante, Sestri Levante, panorama notturno



Immagini tratte da:
http://www.globeholidays.net
http://flickr.com
http://www.liguriawebtv.it/

Approfondimenti