I nerazzurri conquistano la testa della classifica battendo in pieno recupero l’Udinese grazie ad un gol del Risolutore Cruz. Amaro il recupero, invece, per il Milan, raggiunto a Lecce da un colpo di testa di Esposito. Nelle zone alte vincono le big, tranne l’Udinese. In coda, perdono Reggina, Chievo, Samp, Cagliari e Siena.

“MI CHIAMO JULIO RICARDO, RISOLVO PROBLEMI”L’attaccante argentino dell’Inter riporta alla mente un personaggio di “Pulp Fiction”, Wolf. I suoi allenatori lo mandano in campo quando ci sono dei seri problemi da risolvere e il Jardinero non si tira mai indietro. Contro l’Udinese, un colpo di testa ravvicinato, in mischia, è stato sufficiente a piegare la resistenza degli uomini di Marino, autori, comunque, di una grande partita.

ESPOSITO DICE “NO!” – Il Milan manca la vetta della classifica facendosi raggiungere al terzo minuto di recupero da un colpo di testa di Andrea Esposito, salentino DOC, che ha annullato il vantaggio rossonero di Ronaldinho, segnato al 79′. Il Milan ha sprecato molte occasioni da gol, Borriello in primis e nel calcio, se non punisci l’avversario, è l’avversario che ne approfitta. Così è stato, il Lecce, pur non disponendo di grandi individualità, è riuscito nell’impresa di bloccare la squadra dei Palloni d’oro, superiore sul campo ma sprecona sotto porta. A pari punti con la squadra di Ancelotti ecco il Napoli che regola la Sampdoria con una rete di Mannini e una di Zalayeta.

SALE LA LAZIO – La Lazio infila la terza vittoria consecutiva (dopo due sconfitte contro Bologna e Napoli) e ascende a quota 22, battendo il Siena di Giampaolo, positivo tra le mura amiche, disastroso in trasferta. Con quella di oggi, sono 4 le sconfitte esterne consecutive per i toscani, 5 in totale, a punti solo al Via del Mare di Lecce alla terza giornata (1-1). Straordinario il gol di Zarate.

BUON COMPLEANNO ALEX – Del Piero trascina alla vittoria la Juve sul campo del Chievo e festeggia nel migliore dei modi il suo 34esimo compleanno sfoderando un magistrale calcio di punizione raddoppiato dal gol di Iaquinta. Esordio con sconfitta per il neo mister del Chievo, Di Carlo. Sono quattro, ora, le sconfitte consecutive dei “Mussi volanti”. Come quattro sono le vittorie consecutive di Del Piero e compagni.

MILITO SHOW – Il Genoa si conferma irresistibile al Marassi, infliggendo quattro reti alla Reggina, fanalino di coda della classifica e sempre sconfitta lontano dal Granillo. Protagonista della giornata, il “Principe” Milito, autore di tre gol. La Viola ritorna al successo battendo l’Atalanta grazie ai gol di Felipe Melo e Gilardino. Per l’Atalanta, solo un punto nelle ultime 4 partite, campanello d’allarme per Gigi Del Neri.

ZONA CESARINI – Il Toro batte il Palermo negli ultimissimi minuti, gol dell’austriaco Saumel. La Roma, invece, si fa raggiungere in pieno recupero, complice l’autorete del giallorosso Cicinho che infila la sua porta, regalando il primo punto al neo-arrivato Mihajlovic.

MARCIA CATANESE – I siciliani ritornano alla vittoria, dopo il pari di Siena e le sconfitte contro Udinese e Lazio. Battuto in rimonta il Cagliari che si era portato in vantaggio nel primo tempo con Jeda. Per i sardi, solo 3 punti su 6 conquistati in trasferta. Gli etnei, invece, portano a 5 su 6 le vittorie casalinghe.

Ecco il quadro completo di risultati e classifica:

Giornata N° 11

   

8-9 nov. 2008

   

PARTITE

RIS.

MARCATORI

BOLOGNA

1

 

ROMA

1

68′ Totti (R), 90+2′ aut.Cicinho (R)

CATANIA

2

37′ Mascara (CT), 87′ Sabato (CT)

CAGLIARI

1

6′ Jeda (CA)

CHIEVO

0

 

JUVENTUS

2

40′ Del Piero (J), 54′ Iaquinta (J)

FIORENTINA

2

20′ Felipe Melo (F), 23′ Gilardino (F)

ATALANTA

1

77′ rig. Floccari (A)

GENOA

4

54′ rig., 74′, 90′ Milito (G), 81′ Sculli (G)

REGGINA

0

 

INTER

1

90+2′ Cruz (I)

UDINESE

0

 

LAZIO

3

58′ Zarate (L), 85′, 90+3′ Rocchi (L)

SIENA

0

 

LECCE

1

90+3′ Esposito (L)

MILAN

1

79′ Ronaldinho (M)

NAPOLI

2

23′ Mannini (N), 74′ Zalayeta (N)

SAMPDORIA

0

 

TORINO

1

88′ Saumel (T)

PALERMO

0

 
     
     

 

CLASSIFICA 11^/A: INTER 24, NAPOLI MILAN 23, LAZIO 22, UDINESE JUVENTUS    21, FIORENTINA GENOA 20, CATANIA 18, PALERMO 16, ATALANTA 14, SIENA LECCE 12, TORINO 11, CAGLIARI SAMPDORIA 10, ROMA 8, BOLOGNA 7, CHIEVO REGGINA 5 

Roma e Samp una partita in meno