Tradimento

Tradimento

Un libro scritto da specialisti che guida alla scoperta delle tracce dell’infedeltà

Gli “schifosi traditori” non hanno più scampo ormai: c’è chi ha pensato di stilare un’ esaustiva e pratica guida per individuarli e scovarli sulla scena del tradimento.
Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell’infedeltà’ è il titolo del manuale ideato e curato da Paolo Baron e scritto da un team formato dallo psichiatra e sessuologo Alberto Caputo, il giornalista investigativo Alessandro Calderoni e la web editor Silvia Jun.

Le parti del libro: la percezione del tradimento e l’individuazione dei tipi di traditori; il manuale di investigazione

Due le sezioni che guidano il lettore nella ricerca delle tracce dell’infedeltà. Nella prima si parla delle tecniche per allenarsi a percepire il tradimento, definendo anche le tipologie di traditori e traditi in base alle loro dinamiche comportamentali. La seconda sezione del libro si presenta invece come un manuale di investigazione con tutte le indicazioni per arrivare a individuare la scena del tradimento.

Le tipologie di traditori: seriali, paralleli e occasionali

Secondo gli autori del libro, la distinzione fondamentale è tra traditori seriali, paralleli e occasionali.
I traditori seriali sono gli specialisti del tradimento, che vanno alla spasmodica ricerca di avventure. I seriali “collezionisti“, solitamente di sesso femminile, sono affetti da mania compulsiva, sono comunque selettivi nei confronti dell’amante. I seriali “qualunquisti”, spesso di sesso maschile, sono animati dal puro desiderio di accumulare fiamme; per questo puntano soprattutto alla quantità.
I traditori paralleli sono gli amanti delle storie vissute contemporaneamente. I paralleli monogamici hanno un’amante da molto tempo, talvolta conosciuta e “approvata” dalla moglie del traditore.
Accanto a loro, i paralleli poligamici e gli “Arcipelago”, per i quali ogni storia è un’isola a parte.
Infine, i traditori occasionali sono gli ex-traditi, che, dopo aver incassato a lungo tradimenti da parte del partner, decidono di punirlo ripagandolo con la stessa carta.

Gli indizi del tradimento: 37 gesti e comportamenti da guardare con sospetto

Secondo gli autori, sono 37 i segnali rivelatori da interpretare come indizi di un tradimento in corso. Tra questi troviamo alcuni gesti ricorrenti, come grattarsi il collo o il naso o stropicciarsi un occhio e sfregarsi un orecchio.
Non devono d’altra parte passare inosservati repentini cambiamenti di abitudini: un improvviso interessamento al fitness e alla palestra in inguaribili pigri o l’inaspettato desiderio di avere un cane e di portarlo spesso fuori manifestato da chi non ha mai voluto avere animali in casa sono esempi di comportamenti sospetti perché insoliti per il tipo di persona con cui abbiamo una relazione.

Il manuale di investigazione: una guida pratica per individuare la scena del delitto

Tra i potenziali “luoghi del delitto” vengono citati l‘automobile e il luogo di lavoro.
Ma tra i luoghi da dover essere ispezionati ce ne sono anche altri: il cellulare e il computer.
L’importante, in tutti i casi, è sapersi destreggiare con attenzione per non cancellare utili dati.