ciclista

Parigi, 30 giugno 2006

Clamoroso colpo di scena a poche ore dal via del Tour de France. La T-Mobile ha sospeso Jan Ullrich, uno dei favoriti per la maglia gialla, coinvolto nello scandalo doping su cui sta indagando la magistratura spagnola. La T-Mobile ha sospeso anche lo spagnolo Oscar Sevilla e il direttore sportivo Rudy Pevenage. La decisione della T-Mobile arriva alla vigilia della prima tappa del Tour, che si apre domani a Strasburgo. Lo stop al campione di Rostock potrebbe non restare l’unico: a rischio anche la partecipazione del fresco vincitore del Giro d’Italia, Ivan Basso.

La direzione del Tour de France ha ricevuto ieri sera il dossier con i risultati dell’inchiesta spagnola sul doping, trasmesso dalla Federazione ciclistica spagnola, su incarico del ministero dello sport. Il rapporto – una quarantina di pagine in lingua spagnola - è stato trasmesso per conoscenza anche all’Unione ciclistica internazionale (Uci).

Nel fascicolo della magistratura spagnola, redatto sulle risultanze dell’ Operacion Puerto, ci sarebbero anche i nomi di Ivan Basso, degli spagnoli Joseph Beloki, Roberto Heras e Francisco Mancebo, dello statunitense Tyler Hamilton e del colombiano Santiago Botero. I ciclisti coinvolti nell’inchiesta avviata lo scorso maggio dal tribunale di Madrid sono 58. Ad accomunarli, il ricorso alla ‘consulenza’ del medico Eufemiano Fuentes, sospettato di essere un esperto di sostanze dopanti.

Gli organizzatori del Tour ora intendono accertare il più rapidamente possibile le eventuali responsabilità  delle squadre che abbiano propri corridori coinvolti nell’inchiesta. L’Uci, da parte sua, potrebbe decidere di chiedere alle federazioni nazionali l’apertura di procedimenti disciplinari a carico degli atleti che avessero infranto i regolamenti.

Tappe e calendario del Tour de France 2006

[via rainews]