Giua “Tanto non vengo”: informazioni su testo e artista.

Giua (Maria Pierantoni Giua) di Rapallo parteciperà  di diritto, dopo la vittoria a Sanremolab al Festival di Sanremo 2008 nella sezione “Cantanti Giovani“.

Giua


Testo “Tanto non vengo” di Giua


di M. Pierantoni (Giua) – G. Martinelli
Ed. Movimento/Duende Music/
Camion Records – Milano

Aspettami, che io non vengo
tu inizia ad andare
e dopo ti raggiungo.
Tu aspettami, tanto lo perdo
l’ultimo treno,
sono già  in ritardo.
E ti dirò
che non hai capito, e no!
Che hai confuso l’ora
e non è possibile, ancora!
E ti dirò
quanto mi dispiace
no, non ti arrabbiare
mi spiace da morire, da morire!
Da impazzire!
Uccidimi per un motivo
cinque minuti
tanto non arrivo.
Ti giuro che stavo correndo
se non ci credi
non aggiungo altro!
E ti dirò
che non hai capito, e no!
Che hai confuso l’ora
e non è possibile, ancora!
E ti dirò
amore sai che t’amo
tu non penserai
che ti mentirei…Mai!
Continuo a non capire
come mai
ti invito e hai da dire sempre
che non sai se puoi.
Inizio ora a capire
che tu sei
il corpo del reato
confuso e complicato.
Aspettami, ora io svengo
due o tre minuti
e dopo mi riprendo.
Ma aspettami, stanno accorrendo
e la mia colpa
sarà  un bell’inganno.
E ti dirò
che non hai capito, e nò!
Che ora scusa amore
ma sto proprio male, svengo…
E ti dirò
amore sai che t’amo
non ti tradirei
non lo farei…Mai!
Continuo a non capire
come mai
ti invito e hai da dire sempre
che non sai se puoi.
Inizio ora a capire
che tu sei
il corpo del reato
confuso e complicato,
confuso e complicato…
Inizio ora a capire
che tu sei
il corpo del reato
un gioco ormai svelato.
Aspettami,
tanto non vengo!



Video Giua “Tanto non vengo”





Biografia Giua

“Giua è una cantautrice esordiente di Rapallo […] dotata di una voce raffinata e di una buona tecnica alla chitarra […] colpisce per l’innata eleganza, la sicurezza e il talento”

(Tv Sorrisi e Canzoni, 16 agosto 2003)

Classe 1982, voce raffinata, penna originale, un talento indiscutibile e difficile da tenere a bada. È Giua (nome completo Maria Pierantoni Giua) che da giovanissima imbraccia la chitarra classica e comincia a studiare orientandosi verso i ritmi e le tonalità  tipiche del mondo latino e mediterraneo, dalla musica brasiliana al fado portoghese, dalla canzone d’autore alla tradizione popolare italiana e straniera.

“Ha 23 anni, è di Rapallo, ha i capelli rossi, una voce che mette i brividi […] mescola la canzone d’autore di scuola, per così dire, genovese alla straziante melodia del fado portoghese. Si chiama Giua […] Coinvolge, emoziona, regala ‘momenti di essere’.”

(L’Unità , 6 giugno 2005).

C’è un po’ di tutto questo nei testi e nelle melodie di Giua. Fondamentali nella sua formazione l’approfondimento dello studio della chitarra con Armando Corsi, musicista di primo piano nella scena musicale italiana, e gli stage di canto con Anna Sini. Il suo percorso l’ha portata ad imporsi velocemente all’attenzione della critica che nel 2003 le assegna il Premio “Voci e Volti nuovi” di Castrocaro. Primo di una serie di riconoscimenti, a Castrocaro fa seguito, lo stesso anno, il “Premio Lunezia” assegnatole per la categoria “Giovani talenti”. Nel 2004 è la volta invece del prestigioso “Premio Recanati” che si aggiudica con la canzone “Petali e mirto”.

“Una bella prova d’autore quella di Giua a Recanati, con una parte letteraria originale e misurata, unita a una interpretazione densa di pathos, fresca e disinvolta”

(La Repubblica, 31 maggio 2004).

Il brano, pubblicato nella compilation internazionale “Italian Cafè” (Putumayo World Music), ha suscitato l’interesse dell’artista brasiliana Adriana Calcanhotto che lo ha proposto in una personale reinterpretazione nel suo ultimo tour. Sempre nel 2004 Giua si aggiudica la borsa di studio I.M.A.I.E. per la miglior interpretazione e si vede assegnare il “Premio Regione Liguria” ancora una volta nella categoria “Giovani talenti”. Il 2005 è l’anno della seconda edizione del Mantova Musica Festival alla quale partecipa aggiudicandosi il primo premio tra gli esordienti e una sempre maggior attenzione da parte di stampa e televisione. Nel 2007 Giua è stata una delle interpreti principali di uno spettacolo di Tonino Conte “Poeti vs Cantautori”, una produzione del “Teatro della Tosse”, polo culturale tra i più importanti di Genova, che ha inteso rivalutare l’importanza dei poeti liguri non solo nella storia della letteratura italiana ma anche come ispiratori del lavoro dei cantautori. Giua ha all’attivo già  numerosissime esibizioni dal vivo in festival e rassegne in cui spesso è affiancata da un’altra grande musicista, la violoncellista Martina Marchiori (Fossati, Gaber, Nannini tra le sue collaborazioni) come dal poliedrico chitarrista Claudio Borghi, Giua da alcuni anni collabora, nella stesura dei testi, con Gianluca Martinelli (Mina, Vanoni e il teatro canzone di Carlo Fava) e Beppe Quirici, musicista e produttore tra i più importanti della canzone d’autore italiana. Il prodotto di questa collaborazione è confluito nel primo attesissimo album omonimo di Giua che, prodotto da Adele Di Palma e lo stesso Quirici, in licenza Camion Records e distribuzione Sony Bmg, esce l’8 giugno 2007. Parallelamente all’attività  musicale, Maria coltiva un’altra passione, la pittura, la cui personale ricerca stilistica l’ha portata negli ultimi mesi ad esporre quadri in importanti mostre.

Ascolta delle canzoni di Giua sul suo spazio Myspace, clicca qui!

In questa sezione troverete:

Testi Canzoni Sanremo 2008

Cantanti Sanremo 2008

Cantanti Big Sanremo 2008

Cantanti Giovani Sanremo 2008

Regolamento Sanremo 2008

Sondaggio: vincitore Sanremo 2008

Classifica Sanremo 2008

Duetti Sanremo 2008

Serate Sanremo 2008

Lascia il tuo commento sul prossimo Festival della canzone Italiana!

Approfondimenti