Olimpiadi Pechino 2008


Salto in alto maschile – Atletica leggera – Olimpiadi Pechino 2008

Nel salto in alto, i concorrenti devono valicare un’asticella posta ad una certa altezza, facendo attenzione a non farla cadere con il corpo o a causa delle vibrazioni provocate dal movimento. In tal caso il salto sarà  nullo.

In avvio di gara il giudice dichiara l’altezza minima cui sarà  posta l’asticella. Un atleta può decidere se saltare o se passare direttamente ad una misura superiore. Tre salti consecutivamente nulli, indipendentemente dall’altezza dell’asticella, provocano l’eliminazione del concorrente.

L’asticella è realizzata in fibra vetrosa e deve essere lunga almeno 4 metri, è di forma cilindrica (per permettere l’appoggio sui supporti) e pesa 2 kg.
Dopo aver preso la rincorsa sull’apposita pedana, l’atleta procede allo “stacco” inarcando la schiena e cercando di oltrepassare l’asticella richiamando i piedi con un colpo di reni a metà  movimento.

Nel caso in cui due o più atleti avranno ottenuto la stessa prestazione, vincerà  l’atleta che avrà  il numero minore di falli durante la gara sino all’ultima altezza compresa. In caso di ulteriore parità  si procederà  a dei salti di spareggio.

L’attuale campione del mondo della specialità  è l’atleta bahamense Donald Thomas, vincitore dell’oro ai Mondiali di Osaka, davanti al russo Rybakov e al cipriota Ioannou.

Il campione olimpico uscente è lo svedese Stefan Holm.

REQUISITI DI QUALIFICAZIONE – Salto in alto maschile

La IAAF, Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera, ha stabilito i requisiti minimi per la qualificazione individuale degli atleti.
Sono previste due tabelle di qualificazione, la A e la B. Ogni federazione può iscrivere fino ad un massimo di tre atleti per ogni prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “A”, oppure soltanto un atleta per prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “B”. L’aver conseguito il requisito minimo di qualificazione non sarà  però sufficiente per partecipare a Pechino 2008. Sarà  invece necessario dimostrare anche di essere in grado di affrontare l’appuntamento olimpico al meglio delle proprie possibilità  psico-fisiche.

Per la specialità  salto in alto maschile, il requisito di qualificazione A è di 2,30 m, il requisito B è di 2,27 m.

Questo l’elenco di tutti i CAMPIONI OLIMPICI della specialità  SALTO IN ALTO MASCHILE

Anno Vincitore Nazione
1896 ELLERY CLARK USA
1900 IRVING BAXTER USA
1904 SAMUEL JONES USA
1906 CON LEATHY GBR
1908 HARRY PORTER USA
1912 ALMA RICHARDS USA
1920 RICHMOND LANDON USA
1924 HAROLD OSBORN USA
1928 BOB KING USA
1932 DUNCAN McNAUGHTON CAN
1936 CORNELIUS JOHNSON USA
1948 JOHN WINTER AUS
1952 WALT DAVIS USA
1956 CHARLES DUMAS USA
1960 ROBERT SHAVLAKADZE URS
1964 VALERIY BRUMEL URS
1968 DICK FOSBURY USA
1972 JURI TARMAK URS
1976 JACEK WSZOLA POL
1980 GERD WESSIG GDR
1984 DIETMAR MOGENBURG FRG
1988 GENNADIY AVDYEYENKO URS
1992 JAVIER SOTOMAYOR CUB
1996 CHARLES AUSTIN USA
2000 SERGEY KLYUGIN RUS
2004 STEFAN HOLM SWE


Questo l’elenco di tutti i RECORD della specialità  SALTO IN ALTO MASCHILE

RECORD DEL MONDO

Disciplina WR Atleta Nazione Luogo Data
Alto 2,45 m Javier Sotomayor CUB Salamanca, ESP 27.07.1993


RECORD EUROPEO

Disciplina WR Atleta Nazione Luogo Data
Alto 2,42 m Patrik Sjà¶berg SWE Stoccolma, SWE 30.06.1987


RECORD ITALIANO

Disciplina WR Atleta Luogo Data
Alto 2,33 m Marcello Benvenuti Verona, ITA 12.09.1989


Il primato stagionale è di Dusty Jonas (USA), che ha superato 2,36 m lo scorso 18 maggio a Boulder (USA).

Il primato italiano stagionale è 2,30 m realizzato da Andrea Bettinelli a Viersen (GER) lo scorso 8 giugno.

Gli italiani in gara saranno: Andrea Bettinelli, Alessandro Talotti, Filippo Campioli.

Logo Pechino 2008


Approfondimenti