Olimpiadi Pechino 2008


Salto in alto femminile – Atletica leggera – Olimpiadi Pechino 2008

Nel salto in alto, le concorrenti devono valicare un’asticella posta ad una certa altezza, facendo attenzione a non farla cadere con il corpo o a causa delle vibrazioni provocate dal movimento. In tal caso il salto sarà  nullo. Ogni saltatrice ha a disposizione tre salti per superare una determinata misura.

In avvio di gara il giudice dichiara l’altezza minima cui sarà  posta l’asticella. Un’atleta può decidere se saltare o se passare direttamente ad una misura superiore. Tre salti consecutivamente nulli, indipendentemente dall’altezza dell’asticella, provocano l’eliminazione della concorrente.

L’asticella è realizzata in fibra vetrosa e deve essere lunga almeno 4 metri, è di forma cilindrica (per permettere l’appoggio sui supporti) e pesa 2 kg.

Dopo aver preso la rincorsa sull’apposita pedana, l’atleta procede allo “stacco” inarcando la schiena e cercando di oltrepassare l’asticella richiamando i piedi con un colpo di reni a metà  movimento (Metodo Fosbury).

Nel caso in cui due o più atlete avranno ottenuto la stessa prestazione, vincerà  l’atleta che avrà  il numero minore di salti nulli durante la gara sino all’ultima altezza compresa. In caso di ulteriore parità  si procederà  a dei salti di spareggio.

Gloria ed onori per l’atletica italiana alle Olimpiadi di Mosca del 1980. L’atleta veronese SARA SIMEONI riuscì nell’impresa di vincere la medaglia d’oro in questa specialità , precedendo la polacca Kielan e la tedesca dell’Est, Kirst. La Simeoni – poi nominata Commendatore della Repubblica dal presidente Sandro Pertini – vanta anche due argenti olimpici a Montreal 1976 e Los Angeles 1984, 2 bronzi e un oro agli europei outdoor, 4 ori agli Europei indoor, 2 ori ai Giochi del Mediterraneo e 2 ori alle Universiadi. In pratica un monumento vivente della storia della nostra atletica leggera.

L’attuale campionessa del mondo della specialità  è l’atleta croata Blanka VlaÅ¡ic, vincitrice della medaglia d’oro ai recenti Mondiali di Osaka. Seconde a pari merito la nostra Antonietta di Martino e la russa Anna Chicherova.

La campionessa olimpica uscente della categoria è Yelena Slesarenko che ad Atene si impose su tutte con la misura di 2,06 m.

REQUISITI DI QUALIFICAZIONE – Salto in alto femminile

La IAAF, Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera, ha stabilito i requisiti minimi per la qualificazione individuale degli atleti.
Sono previste due tabelle di qualificazione, la A e la B. Ogni federazione può iscrivere fino ad un massimo di tre atleti per ogni prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “A”, oppure soltanto un atleta per prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “B”. L’aver conseguito il requisito minimo di qualificazione non sarà  però sufficiente per partecipare a Pechino 2008. Sarà  invece necessario dimostrare anche di essere in grado di affrontare l’appuntamento olimpico al meglio delle proprie possibilità  psico-fisiche.

Per la specialità  salto in alto femminile, il requisito di qualificazione A è di 1,95 m, il requisito B è di 1,91 m.

Questo l’elenco di tutte le CAMPIONESSE OLIMPICHE della specialità  SALTO IN ALTO FEMMINILE

Anno Vincitore Nazione
1928 ETHEL CATHERWOOD CAN
1932 JEAN SHILEY USA
1936 IBOLYA CSAK HUN
1948 ALICE COACHMAN USA
1952 ESTHER BRAND RSA
1956 MILDRED McDANIEL USA
1960 IOLANDA BALAS ROU
1964 IOLANDA BALAS ROU
1968 MILOSLAVA REZKOVA CZE
1972 ULRIKE MEYFARTH FRG
1976 ROSEMARIE ACKERMANN GDR
1980 SARA SIMEONI ITA
1984 ULRIKE MEYFARTH FRG
1988 LOUISE RITTER USA
1992 HEIKE HENKEL GER
1996 STEFKA KOSTADINOVA BUL
2000 YELENA YELESINA RUS
2004 YELENA SLESARENKO RUS


Questo l’elenco di tutti i RECORD della specialità  SALTO IN ALTO FEMMINILE

RECORD DEL MONDO

Disciplina WR Atleta Nazione Luogo Data
Alto 2,09 m Stefka Kostadinova BUL Roma, ITA 30.08.1987


RECORD EUROPEO

Disciplina WR Atleta Nazione Luogo Data
Alto 2,09 m Stefka Kostadinova BUL Roma, ITA 30.08.1987


RECORD ITALIANO

Disciplina WR Atleta Luogo Data
Alto 2,03 m Antonietta Di Martino Milano, ITA 24.06.2007


Il primato stagionale è della campionessa mondiale Blanka VlaÅ¡ic (CRO), che ha superato 2,06 m lo scorso 22 giugno a Istanbul.

Il primato italiano stagionale è 1,97 m realizzato da Antonietta Di Martino a Milano lo scorso 2 luglio.

L’atleta campana ANTONIETTA DI MARTINO rappresenterà  l’Italia nella gara del salto in alto femminile.

Logo Pechino 2008


Approfondimenti