Rivoluzione su iTunes: musica senza DRM


Rivoluzione su iTunes: musica senza DRM

Il negozio online di casa Apple divenuto il punto di riferimento per il download legale di musica apre il 2009 con una grande novità, da pochi giorni è possibile acquistare tutti i brani musicali su iTunes senza protezione da copia, l’ormai noto DRM. Questo significa che i brani scaricati potranno essere riprodotti su qualsiasi lettore MP3, mentre in precedenza questi potevano essere ascoltati solo tramite il programma stesso o su iPod/iPhone.

Quindi le etichette che utilizzano questo canale per diffondere i propri prodotti, come Universal Music Group, Sony BMG, Warner Music Group ed EMI, insieme a centinaia di etichette indipendenti, si adegueranno a questa nuova strategia e offriranno la loro musica senza DRM in formato AAC a 256kbs.

iTunes si adegua al mercato e ai concorrenti anche se i suoi numeri sono incredibili: ha un catalogo di 10 milioni di brani, 75 milioni account creati dagli utenti per acquistare 6 miliardi di canzoni.

Durante il Macworld, la mostra di tecnologia che si svolge a San Francisco, Phil Schiller, il Vice President del marketing della Apple, ha dichiarato, inoltre, che dal 1 ° aprile cambieranno anche i costi dei download. Se fino ad adesso vi era un prezzo forfettario di 99 centesimi adesso si pagherà in base alla novità musicale. Le canzoni molto datate costeranno 69 centesimi, una parte di quelle più recenti rimarranno a 99, infine le hits del momento costeranno 1, 29 dollari. Non ci saranno cambiamenti per quanto riguarda gli interi album, che dovrebbero restare a 9.99 dollari.

Segni questi importanti e fondamentali per il futuro della musica digitale, che diviene così facilmente accessibile a tutti sia economicamente che tecnologicamente.


 

Approfondimenti