Primavera, riprendiamo la biciletta

Primavera, riprendiamo la biciletta

La bella stagione è in arrivo, e favorisce un’attività indicata per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Diversi studi hanno dimostrato che andare in bicicletta fa bene alla salute.

Pedalare mezz’ora al giorno

Secondo la famosa British Medical Association, pedalando 30 minuti al giorno si riduce del 50% il rischio di malattie cardiovascolari. Abituandosi progressivamente allo sforzo il cuore batte meno velocemente, i polmoni sono ventilati ed ossigenati. La bici migliora il metabolismo, come tutte le attività di resistenza, cioè regolari, moderate, ma di lunga durata, il ciclismo facilita la digestione, l’irrorazione sanguigna del cervello e l’attività muscolare.

Ideale per le persone sovrappeso

Il ciclismo protegge le articolazioni, perché al contrario di altri sport, non si deve reggere il peso del corpo. E’ quindi attività ideale per le persone in sovrappeso che vogliono riprendere un’attività fisica e fare del movimento, per i bambini, con la struttura ossea ancora in via di sviluppo, e per le persone anziane che hanno le articolazioni fragili.

Bicicletta, brucia calorie e tonifica

Andando in bici si diventa più snelli perché si consumano calorie. Da 300 a 600 kcal/h pedalando a ritmo medio (si riesce a parlare ma non a cantare) e 500-600 kcal/h ad un ritmo più sostenuto (circa 20 km/h). Quindi si bruciano i grassi, perché dopo mezz’ora di pedalata l’organismo inizia ad attingere alle scorte di grasso per fornire l’energia necessaria allo sforzo. Contrariamente a quanto si pensa pedalando si tonifica tutto il corpo, non solo le gambe. Certo, cosce e polpacci sono molto stimolati, ma si sollecitano anche i muscoli della schiena e delle braccia. Per rimanere in equilibrio sulla sella si usano addominali e lombari. Quando si accelera, si pedala su terreno accidentato o all’inizio di una salita, si tonificano le spalle, il petto, le braccia e gli avambracci.

Dimagrire in bicicletta

Se si volesse andare in bici per dimagrire si ricordi che ad andatura sostenuta o in salita la bici fa aumentare la massa muscolare. Ecco un programma che potrebbe aiutare a perdere peso:

Andare in bicicletta tre-quattro volte alla settimana; evitare salite ed andature veloci, mantenere una pedalata agile e costante; evitare sforzi eccessivi (sopra i 150 battiti al minuto); non fermarsi durante l’allenamento. E’ comunque importante iniziare in maniera cauta per trovare poi i giusti ritmi che sono soggettivi, sempre però evitando un’attività troppo blanda che non produrrebbe risultati, o eccessiva che causerebbe danni o traumi di altro tipo.

Andare in bici tra l’altro, risveglia i sensi. Grazie al contatto con l’ambiente circostante e la natura, il ciclista sviluppa l’udito, la vista, il tatto e l’odorato.

Approfondimenti