film in sala parto

film in sala parto

L’ insolito metodo ideato dal primario dell’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli per rendere il parto un momento tranquillo

Il reparto di ostetricia dell’ospedale La Schiana- Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli sarà il luogo di una curiosa sperimentazione riguardante il momento del parto.
Le pazienti in attesa di mettere alla luce il proprio bambino avranno la possibilità di essere anestetizzate con una minore quantità di medicinali tranquillanti e di raggiungere la rilassatezza necessaria per il difficile momento del parto grazie alla visione di film in 3D.
Grazie a speciali occhialini collegati ad un dvd, le partorienti, distese in sala operatoria, vedranno infatti proiettati film comici(Troisi l’attore più gettonato) e documentari.

L’efficacia del metodo per le 15 donne che hanno affrontato il parto con maggiore tranquillità

Il primario Nicola Gasbarro, ideatore del nuovo “metodo”, si è dichiarato soddisfatto dei risultati positivi dimostrati nei casi, finora 15, ai quali la tecnica di rilassamento è stata applicata.
Le partorienti hanno confermato infatti l’allentamento della tensione e lo stato di tranquillità indotti dalla visione in 3D.
La tecnica verrà ora applicata all’ospedale di Pozzuoli anche ad altri tipi di interventi chirurgici, nei quali, come nel caso del parto cesareo, è richiesta un’anestesia spinale e il paziente, rimanendo sveglio e cosciente di quello che sta accadendo, ha bisogno di distogliere l’attenzione dall’intervento in corso.

Nicola Gasbarro: attenzione a non ridere troppo, potrebbe compromettere l’intervento

L’unica raccomandazione, ha dichiarato non senza ironia il primario, “ è quella di non ridere troppo durante i film comici: potrebbe pregiudicare l’intervento”.

Approfondimenti