uova_di_pasqua


Le Uova al cioccolato, un gradito regalo i cui requisiti sono definiti da un’apposita direttiva Ue

Con l’arrivo della Pasqua si presenta come ogni anno il momento della scelta delle Uova di Pasqua, un regalo molto desiderato da bambini e non solo.
Il dolce per eccellenza della tradizione pasquale, che fino a qualche decennio fa era preparato da maestri artigiani, oggi è un prodotto che viene acquistato già confezionato.
Per orientarsi nella scelta dell’uovo di cioccolato, è utile tenere presente di alcune importanti indicazioni riguardanti sia la qualità di cioccolato dell’uovo che il genere di sorpresa in esso contenuta.
A questo scopo, l’Uni (Ente nazionale italiano unificazione) fornisce alcune informazioni preziose sull’uovo di cioccolato “ideale”.

La qualità del cioccolato

Come sappiamo, l’uovo di Pasqua è composto per il 30% circa di cacao: questo fondamentale ingrediente non deve essere surrogato.

I criteri di cui tener conto per valutare la sicurezza della sorpresa contenuta nell’uovo di Pasqua

Per quanto riguarda invece la sorpresa contenuta, è importante prima di tutto controllare che essa rientri nei limiti di età del bambino che riceverà l’uovo.
Secondo la direttiva Ue applicata dall ‘Uni, specifica su requisiti e metodi di prova che garantiscono la sicurezza dei giocattoli per i bambini fino ai 14 anni, quelli contenuti nelle uova non devono essere infiammabili e devono essere privi di sostanze tossiche ( antimonio, arsenico, bario, cadmio, cromo, piombo, mercurio, selenio).
Anche la loro conformazione è molto importante: non devono essere presenti bordi taglienti e gli eventuali meccanismi di funzionamento del giocattolo devono essere inaccessibili al bambino.

Approfondimenti