Paralimpiadi 2008


Sono 86 gli atleti azzurri (più 6 atleti guida) che da sabato rappresenteranno l’Italia in occasione dei Giochi Paralimpici Estivi di Pechino 2008. Porbandiera della squadra italiana sarà Francesca Porcellato, assieme alla giovanissima Cecilia Camellini. Dodici le discipline in cui gli azzurri saranno impegnati: atletica, canottaggio, ciclismo, judo, nuoto, scherma in carrozzina, sport equestri, tennis in carrozzina, tennistavolo, tiro a segno, tiro con l’arco, vela.

Come per le Olimpiadi, anche il questo evento dedicato alle discipline sportive praticate da atleti diversamente abili comporta un’adeguata struttura pubblicitaria e informativa, al di là degli aspetti puramente tecnici e sportivi. Anche per i Giochi paralimpici sono quindi stati realizzati dei pittogrammi ufficiali che illustrino già al primo sguardo gli sport che rappresentano.I pittogrammi saranno proprio per questo motivo molto utilizzati durante le Paralimpiadi, sia come indicazioni delle gare sia in altre applicazioni, primi fra tutti pubblicità e merchandising. Eccoli di seguito:

Pittogrammi Paralimpiadi


Per ogni disciplina c’è un luogo dedicato: uno stadio, un parco o una piscina. Luoghi che hanno ospitato gli atleti olimpici e che ora ospiteranno i paralimpici.

Tennis: Olypmpig Green tennis Stadium, oltre 16 ettari di estensione, con 10 campi da tennis di cui 3 incastonati in strutture circolari ed una capacità ricettiva totale di 17.400 spettatori.

Judo, rugby e basket: Ginnasio dell’Università di scienze e tecnologia, dove per l’occasione sono stati istallati 148 cavi luminosi a fibre ottiche dell’eccezionale diametro di 53 centimetri ciascuno.

Ciclismo su pista: Velodromo Laoshan, sovrastato da una cupola a forma di disco, solcata da un fitto telaio di acciaio, con 230 luci per l’illuminazione.

Tiro a segno: Shooting Range Hall, dalla forma ad arco da cacciatore. Dopo i Giochi continuerà ad essere utilizzato per l’allenamento delle squadre juniores e seniores di tiro a segno. Una parte forse verrà destinata all’insegnamento della disciplina da parte della Polizia nazionale.

Tiro con l’Arco: Green Olimpico con una superficie di 8.609 metri quadrati, con un campo per il riscaldamento e per i rounds qualificatori, uno solo per i gironi eliminatori, ed uno per i gironi eliminatori e le finali insieme.

Scherma e pistola ad aria: Fencing Hall, interrata sette metri sotto il livello stradale, un giardino sostituirà l’aria condizionata con una naturale convezione, risparmiando, così circa 380.000 Kwh di potenza annuali.

Adaptive Rowing: Parco Shunyi, unica sede sportiva al modo in grado di offrire, contemporaneamente, spazi d’acqua divisi in corsie libere, addirittura 9, lunghe 2 Km e 270 metri, e corsie allestite, invece, per lo slalom.

Tennistavolo: si svolgeranno nell’apposito Ginnasio, giustapposto ad un giardino tradizionale ed abbellito da alberi d’epoca. Il Ginnasio di Pechino rappresenta la prima struttura sportiva al mondo appositamente nata per ospitare competizioni di tennistavolo. L’impianto occupa un’area complessiva di 26.900 metri quadri.

Per finire, dulcis in fundo, c’è il Cubo d’acqua. Quattro anni di lavoro, 80.000 metri quadrati, 17.000 potenziali spettatori,102 milioni di euro, un design ecosostenibile, una delle più grandi strutture per il nuoto al mondo, frutto di una joint-venture sino-australiana.

Approfondimenti