Situata in provincia di Brescia, Palazzolo sull’Oglio.

è una città di circa 20.000 abitanti.

Il nome deriva da quello del fiume Oglio, sulle cui rive sorge il paese, e da “Palatium”, come veniva chiamato in età romana.

Palazzolo sull'Oglio, panorama

Palazzolo sull’Oglio, panorama



Palazzolo sull’Oglio, cenni storici

Le origini della città risalgono all’epoca romana, quando Palatium, sorta dagli insediamenti delle popolazioni di Cenomani e Insubri lungo le sponde del fiume Oglio, rivestì un ruolo di primaria importanza come fulcro strategico di una fitta rete di comunicazioni lungo la strada BrixiaMediolanum.

I primi riferimenti a Palazzolo risalgono all’anno 830, quando, come un documento rivela, un privato effettuò una donazione di terre alla Chiesa bergamasca.

L’attuale comune di Palazzolo sull’Oglio sorse da una serie di contese per il controllo del fiume tra il borgo di Palazzolo e quello di Mura. Nel 1192 la Pace di Mura decretò la fusione dei due borghi in quello dell’attuale Comune, che fu da subito interessato da un periodo di notevole sviluppo economico-sociale.

Dopo essere divenuto possedimento della famiglia milanese dei Visconti nel 1337, nel 1405 Palazzolo sull’Oglio venne ceduto a Pandolfo Malatesta. Nel 1428 il comune divenne parte della Repubblica di Venezia, fino a che, nel 1441, venne riconquistato dalla famiglia dei Visconti.

Dopo un periodo di relativo sviluppo economico durante l’ultima parte del ‘400, la terribile peste del 1630 colpì gravemente la città, che tuttavia, nella seconda metà del secolo, riuscì a risollevarsi grazie allo sviluppo del settore economico.

Ai settori in crescente ascesa dell’allevamento del baco da seta e della coltivazione del mais, si aggiunse quella dell’attività tessile, al cui sviluppo contribuì in modo determinante la costruzione della ditta Sefferheld nel 1862.

Nello stesso periodo vennero aperte le prime fonderie, e officine meccaniche, destinate a svolgere un ruolo di primo piano nello sviluppo economico della città nell’età contemporanea.

Palazzolo sull’Oglio, itinerari e luoghi da visitare

Piazza Roma

Una visita di Palazzolo sull’Oglio puo’ partire da Piazza Roma, fulcro della vita sociale della città e contraddistinta dagli edifici risalenti al ‘600 e al ‘700, raccolti attorno ad una fontana di origini neoclassiche.

Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta

Palazzolo sull'Oglio, Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta

Palazzolo sull’Oglio, Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta



Costruita tra il 1751 e il 1782 su progetto dell’architetto veneziano Giorgio Massari, la chiesa presenta una pianta a croce latina con tre navate.

All’interno sono da ammirare il polittico di Vincenzo Civerchio (1525), la pala di Grazio Cossali (1620) e un dipinto di Pompeo Battoni raffigurante l’Ultima Cena(1760).

Pieve

Costruita in stile romanico nel XV secolo in onore di San Fedele di Como, la Pieve di Palazzolo sull’Oglio presenta al suo interno tre navate;notevoli gli affreschi del ‘600 opera di Campi da Cremona e di Pietro Marone.

Dagli anni Settanta del XX secolo la Pieve è adibita ad Auditorium.

 

Castello Rocca Magna

Detto anche Rocha Magna, il castello di Palazzolo sull’Oglio venne edificato tra i secoli IX e XII.
La costruzione attuale conserva di quella originaria le quattro torri, un tempo unite dalle mura: Mirabella, Ruellina e Porta di fuori, o a pianta rotonda, e Torre della Salvezza, un vero e proprio mastio a pianta quadrata.
Le quattro torri sono facilmente raggiungibili grazie ai passaggi sotterranei alle mura.

 

Palazzo Duranti Marzoli

Palazzolo sull'Oglio, Palazzo Duranti Marzoli

Palazzolo sull’Oglio, Palazzo Duranti Marzoli



Costruito tra il 1500 e la metà del 1600, fu in origine residenza dei Conti Duranti, e in particolare del cardinale Durante Durati, assistente di Papa Paolo III, e in seguito del Conte Duranti, letterato e poeta.
Tra le mura del Palazzo era custodita collezione d’armi “Luigi Marzoli”, ora ospitata presso il Museo delle armi in Castello a Brescia.

Dalla fine del XIX secolo la dimora è proprietà fu acquistato dalla famiglia Marzoli ed è adibita a luogo di eventi culturali ed artistici di rilievo.

Palazzo del Comune

Edificato nel’200 e ampliato nel ‘600, l’edificio comunale ospitava originariamente le magistrature medioevali; attualmente è sede di una banca.

Torre del Popolo

Palazzolo sull'Oglio, Torre del Popolo

Palazzolo sull’Oglio, Torre del Popolo



Nota anche come Torre di San Fedele, costituisce il simbolo monumento della città.

Eretta tra il 1813 e il 1830 sulla Torre Mirabella, si eleva per cento metri: è infatti la torre a sezione circolare più alta d’Italia.

Sulla sommità della Torre si trova la statua raffigurante il patrono San Fedele.

Teatro sociale

Edificato sotto la torre di San Fedele, in Piazza Zamara, ed inaugurato il 1º ottobre 1870 sui resti della Chiesa di San Francesco, il Teatro Sociale è un importante spazio espositivo che ospita spesso workshop e laboratori teatrali e di danza. A caratterizzarlo, all’interno, sono i tre ordini di palchi dorati, ricoperti da antichi affreschi.

Palazzolo sull’Oglio, tradizione enogastronomica

Tra i prodotti del luogo ricordiamo i pesci d’acqua dolce, i gamberi del fiume Oglio e le capesante.

Tra i piatti tipici troviamo la pasta e fagioli ai frutti di mare e il filetto di tonno con la senape.

Rinomati anche i biscotti a S di Palazzolo, che ricordano i Krumiri.

Riferimenti esterni:

Sito Comune Palazzolo sull’Oglio


Approfondimenti