L’Italvolley maschile c’è. Dopo la netta sconfitta per 3-1 contro la Polonia nella gara del debutto il sestetto di Berruto si rimette in carreggiata superando con lo stesso risultato la temibile Argentina. Risultato netto, come dimostrato dai parziali: 25-17, 21-25, 25-17, 25-23. Solo nel finale gli azzurri hanno provato a complicarsi la vita sprecando tre palle set e facendo riavvicinare i sudamericani prima che Michal Lasko, il miglior realizzatore della gara con diciotto punti, schiacciasse per terra il pallone della liberazione. La qualificazione ai quarti non è mai stata in discussione, visto il mediocre livello del girone, ma era fondamentale reagire subito per rinforzare l’autostima e riaprire i giochi in vista degli accoppiamenti per la seconda fase del torneo. Ed in questo senso buone risposte sono venuto da quasi tutti i giocatori scesi in campo: diciassette i punti di Zatsyev, tra i più positivi, ma incoraggianti sono state anche le risposte dalla battuta (95%), il fondamentale più deludente contro i polacchi mentre molto rimane da fare in fase di ricezione. Ed a proposito dei polacchi un bell’aiuto è arrivato dalla Bulgaria, protagonista della sorpresa della giornata: 3-1 alla squadra di Anastasi, tradita da una fase di ricezione che ha fatto letteralmente acqua, e giochi completamente riaperti in classifica dove al primo posto ora si trovano, a punteggio pieno, proprio i bulgari che affronteranno l’Italia il . Ed il primo posto sarebbe fondamentale perchè permetterebbe di evitare ai quarti il trio della morte Brasile, Russia ed Usa. Prossimo impegno per gli azzurri giovedì 2 contro la Gran Bretagna: un allenamento, o quasi.

Approfondimenti