Seconda partita e seconda vittoria per l’Italdonne nel torneo di pallavolo: il sestetto di Barbolini ha regolato il Giappone con il punteggio di 3-1. Parziali 25-22, 25-21, 20-25, 25-22. Gara sostanzialmente sempre sottocontrollo delle azzurre anche se il Giappone si è rivelato un osso più duro del previsto come dimostrato dall’equilibrio dei punteggi. Unico piccolo neo quindi quello di aver ceduto un altro set come successo all’esordio: cose che possono fare la differenza in vista degli accoppiamenti dei quarti. Un solo vero passaggio a vuoto per le ragazze italiane, a metà del terzo set, poi l’Italia ha saputo riprendere il comando delle operazioni rimanendo sempre davanti nel quarto parziale nonostante il tentativo di rimonta finale delle giapponesi. Buona la risposta generale delle azzurre nonostante i cambiamenti di formazione imposti da Barbolini che, rispetto all’esordio contro la Repubblica Dominicana, ha avvicendato le sorelle Bosetti, mandando in campo Lucia al posto di Caterina nel ruolo di opposto per arginare in fase di ricezione la maggiore potenza offensiva delle giapponesi. E la più esperta delle sorelle ha risposto ottimamente, giocando bene soprattutto in post 2 e firmando 15 punti, due in meno della top scorer Costagrande. Ma il numero 18 azzurro è poi finito in panchina nelle battute conclusive del match quando Barbolini ha regalato l’esordio londinese a Francesca Piccinini: e la schiacciatrice toscana ha risposto alla grande firmando due degli ultimi quattro punti con irresistibili attacchi dal post 4. L’Italia rimane quindi a punteggio pieno: mercoledì sfida sulla carta facile facile contro la Gran Bretagna.

Approfondimenti