oro di Cammarelle nella boxe

oro di Cammarelle nella boxe

Il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (Cio) Jacques Rogge ha ufficialmente dichiarato chiuse lo scorso 24 Agosto le Olimpiadi di Pechino.

Si è conclusa così, con una spettacolare cerimonia che ha avuto luogo nello stadio nazionale di Pechino, il ‘Bird’s nest’ (Nido d’uccello), l’edizione XXIX dei giochi Olimpici.

Un evento, quello delle Olimpiadi di Pechino, definito dal presidente del CIO Jacques Rogge “veramente eccezionale”.

Gli stessi organizzatori avevano promesso di stupire il mondo, con quelle che secondo loro sarebbero state le Olimpiadi “più belle della storia “.

Come ha affermato Rogge, “attraverso questi Giochi il mondo ha imparato qualcosa in più sulla Cina e la Cina ha conosciuto qualcosa in più sul mondo”.

In vetta al medagliere la Cina, con 100 medaglie, 15 in più degli USA.

Secondo posto per la Russia, con 23 ori e 72 medaglie, seguita dalla Gran Bretagna, con 19 ori e 47 medaglie.

L’Italia, con 28 medaglie vinte, di cui 8 ori, si è classificata al nono posto, in posizione leggermente arretrata rispetto ad Atene 2004, quando le medaglie conquistate furono 32, ma in vantaggio rispetto alla Francia.

La partecipazione dell’Italia ai giochi olimpici di Pechino 2008 si è conclusa con l‘ottava medaglia d’oro, quella vinta da Roberto Cammarelle, lo scorso 24 agosto, nella categoria boxe supermassimo.

Il 28enne pugile lombardo, che aveva conquistato il titolo di campione del mondo nei supermassimi a Chicago nel 2007, dopo aver vinto la semifinale in ko, nella finale ha vinto ko contro il cinese Zhang Zhilei.

Cammarelle ha dedicato la sua vittoria a se stesso e alla sua ragazza, Nicoletta.

Approfondimenti