Occhi di insetti e ragni


Vi segnalo una galleria di immagini su Flickr contenente una miriade di fotografie di occhi di insetti e ragni. Molte fotografie sono spettacolari! negli insetti gli occhi sono composti da più occhi semplici o ommatidi (sono le celle esagonali che si vedono nell’immagine seguente).

Struttura dell’occhio di un insetto

ommatidi : Occhi di insetti e ragni


Ma come vedono gli insetti con questi occhi composti?
Gli occhi composti sono formati da migliaia (una decina di migliaia nella libellula) di occhi elementari (ommatidi), ciascuno dei quali è in una posizione fissa.
Gli ommatidi danno ognuno un’immagine parziale dell’oggetto posto nel campo visivo; di conseguenza, tutti gli ommatidi insieme danno l’immagine intera.
Ne risulta che ciò che entra nel campo visivo di un insetto appare costituito da tantissime immagini singole, poste l’una accanto all’altra come le tessere di un puzzle!
Chiaramente questo fa sì che gli insetti con molti ommatidi (soprattutto mosche e libellule), sono capaci di percepire anche movimenti minimi (per questo è difficile “acchiappare mosche”! :)) ), ma la visione non è nitida.
Se vuoi immedesimarti nei panni di un insetto, apri un’immagine con paint, ingrandiscila di molto e vedrai tutti i pixel quadrati, ossia un’immagine “sgranata”. Immagina che i quadrati siano tanti piccoli esagoni (spesso gli ommatidi sono esagonali se molto numerosi) o piccoli cerchi (circolari se poco numerosi) ed è fatta. 🙂
Per quanto riguarda la percezione del colore, è diversa dalla nostra perchè loro riescono anche a vedere l’ultravioletto, che noi non vediamo. [grazie Stramonium]