Motogp circuito Assen - Olanda


Il TT (Tourist Trophy) Circuit Assen è situato una trentina di km a sud di Groningen e 200 km a nord di Amsterdam. E’ la pista dove, dalla prima edizione del motomondiale, nel 1949, si svolge (ininterrottamente) il Gran Premio motociclistico di Olanda. E’ una struttura pensata per le moto, dove solitamente non corrono le autovetture.

Da sempre considerata una delle piste più difficili del campionato, è soprannominata l’università delle 2 ruote, a causa delle sue medie velocistiche molto elevate. Nonostante le recenti modifiche che ne hanno alterato la forma, e in parte la fama, il circuito è ancora molto provante, sia per i mezzi che per i piloti.

Il circuito risale al 1925 e per circa 30 anni vi si svolsero corse su strade di campagna nei dintorni di Assen, su un tracciato che misurava circa 28 km. Proprio in omaggio al fatto che la gara si svolgeva su strade aperte al pubblico, la prova del mondiale è denominata Tourist Trophy, come la celebre corsa su strada dell’Isola di Man. La gara si svolge sempre l’ultimo sabato di giugno.

Nel 1955 fu costruito il circuito moderno, su un tracciato di 7.705 m, ridotti ulteriormente a 4.555 m dopo le molte modifiche degli ultimi anni. Il rettilineo più lungo misura poco meno di un chilometro (970 m). La progressiva diminuzione della lunghezza del tracciato ha avuto come motivazione la sicurezza dei piloti, che corrono in un tracciato stretto, privo di grandi rettilinei e con molti curvoni veloci.

L’ultima modifica importante risale al 2006 ed ha eliminato tutta la prima parte del circuito (quasi 1500 m), molto veloce e particolare, sostituita da nuove tribune più capienti ed affacciate sul nuovo complesso di curve iniziali, piuttosto lente. Questi lavori al circuito ed alle infrastrutture sono stati contestati dagli amanti del classico TT.

Dunque l’Assen di oggi è ben diverso dal passato, ed in generale le modifiche alla struttura non hanno incontrato il favore dei piloti. Per molti di loro infatti Assen era uno splendido giocattolo con cui divertirsi. Ora, forse, non lo è più. Un’incognita è sempre determinata dalle condizioni meteorologiche, che oscillano tra il sole splendente ed improvvisi rovesci.

Casey Stoner dice chiaramente: “Un tempo era bellissimo guidare ad Assen. Ora è tutto diverso. Hanno rovinato quella che io ritengo la migliore curva del mondo, la De Bult, una grandiosa curva a sinistra in pendenza. Ora l’hanno appiattita e praticamente distrutta. Il vecchio tracciato era meraviglioso per noi piloti, ora molto è cambiato e direi in peggio”.

Approfondimenti