Moto GP Spagna circuito di Estoril


L’Autódromo do Estoril, denominato Fernando Pires da Silva, è il principale circuito motoristico del Portogallo. E’ situato nei pressi della località turistica Estoril, nel sud del Portogallo, ed è sede di una tappa della moto Gp. Tra il 1984 e il 1996 ha ospitato anche il Gran Premio del Portogallo di Formula 1.

Costruito nel 1972 è entrato a far parte del calendario della Moto Gp dal 2000, dopo avere ospitato competizioni di svariate categorie. Dopo il 1996 quando ha smesso di ospitare la Formula 1, la pista ha subìto alcune consistenti modifiche: le prime due curve sono state sensibilmente rallentate (in particolare la prima, che in origine era una velocissima piega a destra, è stata trasformata in una curva da prima marcia), il rientro in pista dalla corsia box è stato spostato dopo la prima curva, mentre in precedenza era posto sul rettilineo, la chicane aggiunta nel 1994 è stata allargata per renderla più veloce e l’ultima curva, una velocissima piega verso destra dove Jacques Villeneuve fu protagonista di un magnifico sorpasso su Michael Schumacher nel 1996, è stata anticipata per creare una sufficiente via di fuga.

Il
circuito misura 4182 metri e presenta quattro curve a destra e nove a sinistra ed un rettilineo lungo poco meno di un chilometro. Data la particolare posizione geografica sulle coste dell’oceano Atlantico, il clima può cambiare rapidamente, con conseguenti problemi di gestione di assetti e gomme.

p>Trattandosi di un circuito relativamente “giovane” per la Moto gp, dei grandi centauri solo Valentino Rossi ha potuto correre, collezionando 5 vittorie. Qui però nel 2006 Valentino perse punti preziosi nello lotta mondiale con Nicky Hayden. Dani Pedrosa mise fuori gioco il suo compagno di team con un sorpasso azzardato, che mise entrambi fuori gioco per una caduta che sembrò spianare la vittoria, e la testa della classifica, a Rossi, che però, fu battuto da uno strepitoso Toni Elias dopo una sfida all’ultima staccata. Quei 5 punti persi e la caduta di Valencia furono fatali nell’ultimo appuntamento di quella stagione.

Nel 2008 Jorge Lorenzo conquistò la sua prima vittoria in MotoGP con una prova perfetta che fece capire a tutti il suo potenziale anche nella classe maggiore.

A proposito di Estoril il responsabile dello sviluppo degli pneumatici Bridgestone, Tohru Ubukata ha spiegato che “è una delle piste più difficili del calendario perché presenta una combinazione di curve lente a sinistra, rapide a destra e rettilinei corti che metteranno alla prova tanto il pilota come moto e gomme”.

“Il circuito cambia la sua natura praticamente ad ogni curva e costituisce una vera a propria sfida, anche se sono convinto che le mescole che utilizzeremo ci permetteranno di continuare a migliorare”. Il tecnico giapponese ha aggiunto: “Ad Estoril sono presenti inoltre forti frenate, come quella della prima curva, e per questo sarà necessario uno pneumatico anteriore molto stabile”.

“L’utilizzo di una gomma posteriore asimmetrica sarà un altro punto fondamentale, e permetterà ai piloti di avere un buon grip anche nelle curve lente,” ha concluso Ubukata.

Approfondimenti