Moto GP Giappone circuito di Motegi
Moto GP Giappone circuito di Motegi


Il circuito giapponese di Motegi risale al 1997 e sorge sulle colline a nord di Tokyo, tra le città di Mito ed Utsonomiya. La denominazione ufficiale è “Twin Ring Motegi” perché l’impianto ospita due tracciati differenti, un ovale da 2.493 metri ed un percorso stradale di 4.801 metri.

Costruito dalla proprietaria Honda dopo l’ingresso nelle competizioni motoristiche per celebrare il suo 50° anniversario, è l’espressione della perfezione giapponese, sia per le moderne infrastrutture che per l’asfalto, assolutamente perfetto. Ha inizialmente ospitato la Champ Car e attualmente la Indy Racing League. Oltre che per le competizioni motociclistiche è conosciuto come circuito che ha ospitato nel 1998 una delle poche gare NASCAR svoltesi al di fuori degli Stati Uniti d’America.

Uno degli utilizzi principali del circuito è dato comunque dalle gare del motomondiale, che vi corre dal 1999. Dal 2000 al 2003 fu denominato Gran Premio motociclistico del Pacifico, quando si alternava con il circuito di Suzuka, che in seguito fu giudicato troppo pericoloso. Motegi divenne così sede unica e ufficiale del Gran Premio del Giappone.

Caratteristiche circuito Montegi:

Lunghezza: 4801 m – Rettilineo più lungo: 762 m – Curve a sinistra: 6 – Curve a destra: 8 – Larghezza: 15 m.

Il tracciato è regolare ma impegnativo, è fondamentale una buona trazione, facilitata dal fondo perfetto ed un buon grip, ma senza essere particolarmente abrasivo. Presenta quattro lunghi rettilinei dove le moto sono impegnate in rapide accelerazioni e brusche frenate. Un punto decisivo, ed ideale per effettuare sorpassi, è l’ultima curva a gomito.

Quest’anno, a differenza della altre stagioni, il GP si corre in primavera invece che in autunno.

Albo d’oro del circuito Giappone – Motegi

Albo d'oro del circuito Giappone - Motegi


Video Preview Moto GP Giappone circuito di Motegi


Approfondimenti