Montefiore Conca è un borgo dell’entroterra Riminese; il paese, che è capitale della Vallata del Conca, è un borgo medioevale tra i più importanti delle regioni dei Malatesta.

L’ambiente naturale che circonda Montefiore è particolarmente affascinante: ulivi e castagni, boschi e campagne che circondano il centro storico, nelle vicinanze del mare. Dalla particolare collocazione geografica deriva il nome del paese, Mons Florum, cioè Monte dei Fiori.

Molto sviluppata l’attività  dell’artigianato: nelle chiese e nei vicoli si incontrano molte botteghe di artigiani, in particolar modo di vasai, tradizionale mestiere del luogo.

Montefiore Conca, panorama

Montefiore Conca, panorama



Montefiore Conca: cenni storici

Il periodo più importante della storia del borgo è quello in cui esso è stato un importante avamposto dei Malatesta. Con l’avvento di questi ultimi, ebbe inizio per il borgo il periodo di massimo splendore. Fu la nobile famiglia a volere il potenziamento della Rocca al fine di renderla una fortezza baluardo contro il Ducato d’Urbino e allo stesso tempo un’elegante residenza destinata ad ospitare principi e papi. Dopo la fine della signoria dei Malatesta, che promossero la costruzione di importanti monumenti, come monasteri, palazzi,chiese , a Montefiore si susseguirono il governo dei Borgia e della Repubblica di Venezia. Dopo il 1530 il castello passò definitivamente sotto lo Stato della Chiesa, e nel 1797 entrò a far parte della Repubblica Cisalpina.

Montefiore Conca: itinerari e luoghi da visitare

Porta Curina, risalente ai secoli XIV-XV, costituisce la porta d’ ingresso al borgo fortificato. Caratteristico lo stemma di Pio XII Piccolomini, murato sul fronte dell’arco. Oggi è sede della sala del consiglio comunale.

Laboratorio artigiano della famiglia Fianchetti

Il Laboratorio artigiano della famiglia Fianchetti è soprattutto un reperto di storia e di cultura popolare. Esso utilizza arcaiche ed affascinanti tecniche di lavorazione; all’interno si trova un medioevale forno a legna, due torni a piede e il vasellame fabbricato.

Rocca di Montefiore

Rocca di Montefiore

Rocca di Montefiore



La Rocca, fatta costruire intorno alla metà  del 1300 dai Malatesta, fu di loro proprietà  per più di un secolo. Essa rappresenta il più potente simbolo del potere malatestiano di tutta la Valle del Conca. Entro il 1337 Malatesta Guastafamiglia ne fece un importante complesso residenziale e militare. Attraverso le porte di accesso alla fortezza, l’ultima delle quali presenta un pregiato stemma Malatestiano murato, si accede al primo giro di mura e al cortile, dove si puo’ ammirare un pozzo decorato del ‘300. Al piano superiore si trova una sala con volta a crociera che espone bellissimi affreschi. Nella sala “dell’imperatore”le pareti sono affrescate con scene di battaglia.

All’ultimo piano si trova il terrazzo, dal quale si puo’ godere di una vista panoramica che spazia dai monti dell’Appennino marchigiano a S.Marino.

La rocca, che anticamente ha ospitato importanti e celebri personaggi, come Sigismondo Re di Boemia, i papi Gregorio XII e Giulio Secondo, e’ oggi sede durante tutto l’anno di mostre e rassegne artistiche.

Chiesa di San Paolo

E’ la chiesa parrocchiale di Montefiore; risalente al XIV sec, presenta uno stile gotico trecentesco, nella struttura esterna complessiva e nel portale. All’interno si trova un pregiato crocefisso ligneo dipinto su tavola dalla Scuola Riminese del `300, un affresco della Madonna con Bambino e angelo di Bernardino Dolci e l’ importante pala della Madonna della Misericordia di Luzio Dolci.

Santuario della Madonna di Bonora

E’ uno dei più antichi e famosi santuari del territorio Rimines, immerso nel verde della Valle del Ventena. Da ammirare all’interno l’immagine della Madonna che allatta, risalente al XV secolo, ammirata e venerata da secoli da migliaia di fedeli per la purezza che ispira. immersa.

Un’attenzione merita l’ambiente circostante, in particolare la valle del Ventena, che si estende tra Montefiore e Gemmano.

Montefiore Conca, stradina del borgo

Montefiore Conca, stradina del borgo



Montefiore Conca: eventi e folklore

Tra gli eventi che si svolgono a Montefiore, ricordiamo la processione del Venerdì Santo, con la sfilata di personaggi in costume

Tra le fiere gastronomiche, da non perdere la Sagra della Castagna, ad ottobre, dedicata al prodotto tipico per eccellenza del territorio, e La Sagra dell’Oliva, che si tiene a Serbadone in novembre.

Una Stagione per le Arti è invece l’evento che vede svolgersi nella rocca mostre, corsi ed attività  artistiche.

A luglio si svolge la manifestazione annuale Rocca di Luna: per tre giorni si susseguono spettacoli e iniziative con teatro, musica, poesia, arte, animazione nel borgo antico.

Molto suggestivo il Presepe vivente, un grande presepe che nel periodo natalizio fa da scenario alle vie del castello.

Montefiore Conca: tradizione enogastronomica

Tra i piatti tipici troviamo i passatelli, cotti nel brodo di carne, e le caldarroste di Montefiore , da gustare con il vino novello.

Immagini tratte da:
http://www.riminibeach.it/
www.amicideiborghi.it

Approfondimenti