Merano è una cittadina della provincia di Bolzano, in Trentino-Alto Adige, situata alle pendici del dell’Altopiano del Salto, dove hanno inizio quattro importanti valli: Val Venosta, Val Passiria, Val d’Adige e Val d’Ultimo.

Merano è un importante centro turistico, privilegiato per il mite clima e la quiete che vi si respira, noto anche come luogo di cura, grazie alle bellissime Terme.

Tradizione e modernità  si combinano in questa città  posta al confine tra lingue e culture diverse. Negli uffici pubblici, e in generale in qualsiasi locale, è parlata sia la lingua italiana che quella si tedesca. Inoltre è presente una piccola comunità  ebraica con una propria sinagoga.

Merano, panorama

Merano, panorama



Merano: cenni storici

L’antico nome, Mairania, deriverebbe da “terra mairana”, cioè terra appartenente ad una fattoria padronale altomedievale (maioria).

Capitale della contea del Tirolo dal 1418 al 1848, Merano divenne città  nel XIII secolo. Nella seconda metà  dell’800 la città , facente parte dell’Impero Austro-Ungarico, conobbe un rinnovamento urbanistico ispirato allo stile viennese e salisburgese; allo stesso tempo, divenne un importante luogo di cura e villeggiatura. Dopo la Prima Guerra Mondiale la città  venne annessa all’Italia.

Merano: itinerari e luoghi da visitare

Il centro storico

Della cinta muraria medievale, che fin dopo la metà  del secolo scorso racchiudeva l’intera cittadina, sono conservate tre delle quattro porte urbane.

Il centro storico di Merano si estende fra la riva destra del Passirio e la base del M. Benedetto, raccogliendosi attorno a piazza Duomo, via Haller e i Portici.

Piazza del Duomo

Centro ideale della Merano storica, è suddivisa in Piazza Inferiore e piazza Superiore del Duomo.

Piazza Superiore, che si apre dietro all’abside del Duomo, ospita la cappella gotica di S. Barbara e il palazzetto Steinachheim.

Cappella di S. Barbara

La piccola chiesa, che sorge dietro al Duomo, venne eretta e consacrata intorno al 1450. La costruzione, a pianta ottagonale, si innalza su due piani, coperti da tetto a piramide. L’interno, coperto da una volta gotica a stella, presenta un altare gotico con quattro gruppi di sculture lignee; nella cripta è conservata una statua lignea della Pietà . Notevoli i due portali gotici decorati.

Il palazzetto Steinachheim

Noto anche come palazzetto Desfour, dal nome della contessa a cui appartenne, è un edificio in stile classicheggiante, eretto nel 1675-80.

Il Duomo di Merano

Il Duomo di Merano

Il Duomo di Merano



La chiesa, che presenta una pianta a tre navate separate da dieci colonne, ospita all’interno, nell’arcata della navata centrale, affreschi gotici raffiguranti Santa Barbara, San Leonardo, San Floriano, San Cristoforo, Santa Caterina e la Pietà . Notevole l’affresco che raffigura un pellegrino in mezzo ad un bosco, che prega dinanzi alla Croce indicatagli da un orientale.

Fra la piazza Superiore del Duomo e la Porta Passiria sorge il caratteristico quartiere di Steinach.

Dalla piazza inferiore del Duomo si giunge invece alla via dei Portici, antico centro del borgo mercantile e attuale fulcro del centro storico di Merano, la strada dei bei negozi, anima della città . Anticamente aveva una funzione prevalentemente commerciale, come testimoniano le due serie continue di arcate al pianterreno delle case, che venivano utilizzate per l’esposizione e la compravendita delle merci.

Merano, via dei Portici

Merano, via dei Portici



Il Castello Principesco

Situato in piazza Castello, il Castello Principesco, o Landesfuerstliche Burg, è una costruzione gotica eretta nella seconda metà  del ‘400 come residenza signorile del duca Sigismondo il Ricco, conte del Tirolo, che soggiornava periodicamente a Merano. In seguito vi dimorarono, in particolari occasioni, gli imperatori Massimiliano I e Ferdinando I .

Castello Principesco

Castello Principesco



Nel 1875 il castello venne acquistato dalla città  di Merano.

All’interno sono conservate molte opere d’arte risalenti ai secoli XV-XVI.
Da vedere la cappella e la stanza dell’imperatore, con la preziosa stufa di maiolica del ‘400.

Chiesetta di San Procolo

A 20 km da Merano sorge il piccolo paese di Naturno, dove, attorniata da una distesa di vigneti, sorge la Chiesetta di San Procolo, con il ciclo di affreschi più antichi dell’intera area di lingua tedesca.

Terme di Merano

Le Terme di Merano sono una vera e propria oasi di benessere nel cuore della città , con un parco che si estende per oltre 50.000 metri quadri. La particolarità  che contraddistingue il centro termale è l’uso esclusivo di prodotti di qualità  dell’Alto Adige.

Da visitare anche il Museo Provinciale del Turismo, ospitato all’interno di Castel Trauttmansdorff, o castel di Nova, con uno dei più bei giardini botanici d’Italia.

Merano: eventi e folklore

MeranFlora è la mostra internazionale di floricoltura che si svolge in primavera; ad ottobre si festeggia invece la Festa dell’uva. Da non perdere anche le Settimane Musicali Meranesi, festival dedicato alla musica classica di alto livello.

Merano: tradizione enogastronomica

Prodotti tipici del luogo sono lo Speck e le mele.

Immagini tratte da:
http://wikipedia.org

Approfondimenti