examination

Mercoledì 19 giugno, circa 500mila studenti di quinta superiore si cimenteranno con la prima prova scritta del loro esame di maturità, con la stesura del tema di italiano, le cui tracce saranno uguali per tutti gli istituti scolastici italiani.

A meno di una settimana dal grande giorno, sul web sono iniziate a circolare le prime indiscrezioni: quali sono le indicazioni e le possibile tracce che verranno proposte dal Ministero dell’Istruzione?
Ovviamente si tratta di ipotesi basate sulle statistiche delle tracce degli scorsi anni, sui principali temi di attualità e sugli avvenimenti storici che probabilmente hanno maggiori influenze sul mondo odierno. Questo perché, come si sa, le tracce ufficiali verranno svelate dal blindatissimo plico informatico solo ed esclusivamente il giorno dell’esame.

Tema di italiano: le tipologie A, B, C, e D

Come ogni anno, i maturandi avranno l’imbarazzo della scelta, poiché sono previste ben 4 tipologie di prova:

  • Tipologia A: Analisi del testo
  • Tipologia B: Saggio Breve/Articolo di giornale (artistico-letterario, socio-economico, storico-politico, tecnico-scientifico)
  • Tipologia C: Tema di argomento storico
  • Tipologia D: Tema di ordine generale (attualità)

Ecco i primi toto-tracce, recuperati dal web.

Tema di italiano: le possibili tracce di Attualità, Tema Storico, Saggio Breve

Il tema di attualità è quasi sempre il più scelto dagli studenti: offre infatti la possibilità di esprimersi in modo personale su un argomento che generalmente non richiede preparazione specifica (storico-letteraria)… Con una particolare attenzione alla grammatica e all’ortografia, e con una necessaria padronanza della lingua italiana, si possono fare temi eccezionali, sviluppando un argomento solo con le proprie idee! 😀

Comunque, ecco quali potrebbero essere le possibili tracce di quest’anno per le tipologie B, C, e D del tema d’italiano. Le abbiamo selezionate in base ai principali accadimenti di attualità generale, tra il 2012 e il 2013:

La morte di Rita Levi Montalcini: scomparsa lo scorso dicembre 2012, senatrice a vita e Premio Nobel per la medicina ha senza dubbio lasciato il segno nel mondo scientifico, politico e sociale. Un possibile tema potrebbe essere relativo alla vita e all’inflienza di Rita Levi Montalcini nel mondo di oggi.

Marzo 2013: elezione di Papa Francesco: dopo l’inaspettata e sconvolgente rinuncia di Ratzinger dello scorso febbraio, il conclave 2013 elegge Jorge Mario Bergoglio come primo pontefice gesuita. Papa Francesco entra presto nei cuori della gente grazie alla sua umiltà e alla sua umanità.

Dicembre 2012: Mario Monti si dimette e Giorgio Napolitano rimane alla guida del Paese: l’Italia colpita da una crisi economica e politica senza precedenti è affidata a Giorgio Napolitano (che al temine del suo mandato, lo scorso maggio, è stato rieletto dal Parlamento per la seconda volta). Seguono le elezioni del febbraio 2013: nessuna coalizione politica ottiene una vittoria netta, tanto che sarà di nuovo Napolitano il protagonista della vita politica dell’Italia, fino all’attuale Governo Letta.
Un argomento strettamente collegato alla crisi del lavoro e alla disoccupazione dai preoccupanti dati da record.

Il Femminicidio: un argomento che nell’ultimo anno è diventato molto attuale, a causa di numerosi casi di cronaca in Italia ma anche grazie alle tante campagne contro la violenza sulle donne.

I Have a Dream: Il 2013 segnerà il 50° anniversario dell’evento più importante della lotta per i diritti civili degli afroamericani. Fu Martin Luther King nell’agosto del 1963 a pronunciare queste parole, che segnarono il punto di svolta per la battaglia dei diritti dei neri. L’argomento potrebbe essere collegato alla rielezione del Presidente Obama, dello scorso novembre 2012: Barack Obama è il primo afroamericano a ricoprire la carica e il terzo Democratico in 72 anni a riuscire nella rielezione.

Molti gli altri anniversari che si celebrano nel 2013: ad esempio i 30 anni dell’invenzione di internet, oppure il 50° anniversario dell’attentato a JFK, oppure quello del disastro del Vajont, ecc… che potrebbero essere sviluppati in un tema o in un il saggio breve.

Analisi del testo, gli autori possibili della prima prova

Per quanto riguarda la tipologia A della prima prova scritta della maturità, ecco quali sono statisticamente gli autori possibili per l’analisi del testo: spiccano Ungaretti, Svevo e Pirandello, i principali espondenti del Novecento. Tra i rumors vi sono anche i nomi di Saba e D’Annunzio, e di Quasimodo e Pavese.
Tra i grandi esclusi (forse) spicca in particolare Montale, che negli ultimi anni è comparso negli esami di maturità già diverse volte…

Che rimane da dire?
Solo, come sempre, in bocca al lupo! 😀