Olimpiadi Pechino 2008


Maratona femminile – Atletica leggera – Olimpiadi Pechino 2008

La maratona è la gara più antica e affascinante sia delle discipline annoverate nell’atletica leggera, sia dell’intera storia delle Olimpiadi.

Si suole riportare l’origine della corsa ai tempi dell’antica Grecia. L’esercito ellenico, dopo aver lottato strenuamente e vinto la battaglia di Maratona contro i Persiani, decise di mandare un messo ad Atene per comunicare alla popolazione la vittoria. Sul suo nome, le fonti sono discordanti: secondo alcuni si chiamava Filippide, secondo altre, Eucle. L’inviato, giunto ad Atene dopo aver percorso circa 40 km, comunicò la vittoriosa notizia ai suoi concittadini ma giacque al suolo stremato dalla fatica.

La gara si svolge su percorso stradale della lunghezza di 42,195 km, anche se questa misurazione fu ufficializzata solo dal 1924. Nelle precedenti manifestazioni, la distanza non era standard ma variava tra i 40 km e i 42,195. Erroneamente si crede che i 42,195 km siano pari alla distanza che separa le antiche città  di Maratona e Atene, ma non è così, dato che tra le due intercorrono circa 37km.

Dal 1° gennaio 2004, la IAAF ha deciso di riconoscere, anche in questa disciplina, i record del mondo che prima erano chiamati “miglior prestazione al mondo” proprio perché la gara non si svolge sempre sullo stesso percorso e quindi non risponde ai requisiti di assolutezza e di uniformità  richiesti dall’organizzazione.

L’attuale campionessa del mondo della specialità  è l’atleta keniota Catherine Ndereba, vincitrice dell’oro ai Mondiali di Osaka, davanti alla cinese Chunxiu Zhouv e alla giapponese Reiko Tosa.

La campionessa olimpica uscente è la giapponese Mizuki Noguchi.

TEMPI DI QUALIFICAZIONE Maratona femminile

La IAAF, Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera, ha stabilito i requisiti minimi per la qualificazione individuale degli atleti.
Sono previste due tabelle di qualificazione, la A e la B. Ogni federazione può iscrivere fino ad un massimo di tre atleti per ogni prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “A”, oppure soltanto un atleta per prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “B”. L’aver conseguito il tempo minimo di qualificazione non sarà  però sufficiente per partecipare a Pechino 2008. Sarà  invece necessario dimostrare anche di essere in grado di affrontare l’appuntamento olimpico al meglio delle proprie possibilità  psico-fisiche.

Per la specialità  della maratona femminile, il tempo di qualificazione A è di 2:37:00, il tempo B è di 2:42:00.

Questo l’elenco di tutte le CAMPIONESSE OLIMPICHE della specialità  maratona femminile

Anno Vincitore Nazione
1928 non disputata
1932 non disputata
1936 non disputata
1948 non disputata
1952 non disputata
1956 non disputata
1960 non disputata
1964 non disputata
1968 non disputata
1972 non disputata
1976 non disputata
1980 non disputata
1984 JOAN BENOIT USA
1988 ROSA MOTA POR
1992 VALENTINA YEGOROVA EUN
1996 FATUMA ROBA ETH
2000 NAOKO TAKAHASHI JPN
2004 MIZUKI NOGUCHI JPN


Questo l’elenco di tutti i RECORD della specialità  maratona femminile

RECORD DEL MONDO

Disciplina WR Atleta Nazione Luogo Data
Maratona 2.15.25 Paula Radcliffe GBR Londra, GBR 13.04.2003


RECORD EUROPEO

Disciplina ER Atleta Nazione Luogo Data
Maratona 2.15.25 Paula Radcliffe GBR Londra, GBR 13.04.2003


RECORD ITALIANO

Disciplina IR Atleta Luogo Data
Maratona 2.23.47 Maura Viceconte Vienna, AUT 21.05.2000


Legenda WR >> RECORD DEL MONDO, ER >> RECORD EUROPEO, IR >> RECORD ITALIANO ,URS* >> ex Unione Sovietica, GDR* >> ex Germania Est, FRG* >> ex Germania Ovest, TCH* >> ex Cecoslovacchia.


Il primato stagionale è di Yingying Zhang (CHN), che ha realizzato il tempo di 2:22:38 lo scorso 5 gennaio a Xiamen (Cina).

Il primato italiano stagionale è 2:29:50 realizzato da Vincenza Sicari a Torino.

Le nostre tre rappresentanti per la maratona femminile saranno ANNA INCERTI, VINCENZA SICARI e BRUNA GENOVESE.

Logo Pechino 2008


Approfondimenti