Olimpiadi Pechino 2008


Lancio del giavellotto maschile – Atletica leggera – Olimpiadi Pechino 2008

E’ specialità  olimpica sin dall’edizione del 1908. Il concorrente deve scagliare lo strumento il più lontano possibile, attenendosi alle regole previste dalla IAAF.
Il giavellotto è composto da tre parti: una testa, un fusto ed una impugnatura di corsa. Il fusto deve essere vuoto e costruito in metallo, alla cui estremità  dovrà  essere fissata la testa metallica con punta acuminata.
L’attrezzo deve essere tenuto per l’impugnatura e lanciato al di sopra della spalla. Non deve essere lanciato a fionda, né facendolo roteare. Per il resto valgono le regole generali sulle prove di lancio.
Il peso del giavellotto per gli uomini è di 800 grammi. La pedana serve a prendere la rincorsa, è larga 4 metri e lunga circa 40. Il lancio sarà  valido se l’attrezzo tocca il terreno con la punta metallica prima di ogni altra parte, e se cade entro il settore di validità  delimitato dalle strisce bianche.

Il campione del mondo della specialità  è il finlandese Tero Pitkà¤mà¤ki.

Il campione olimpico uscente è il norvegese Andreas Thorkildsen.

REQUISITI DI QUALIFICAZIONE – Lancio del giavellotto maschile

La IAAF, Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera, ha stabilito i requisiti minimi per la qualificazione individuale degli atleti.
Sono previste due tabelle di qualificazione, la A e la B. Ogni federazione può iscrivere fino ad un massimo di tre atleti per ogni prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “A”, oppure soltanto un atleta per prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “B”. L’aver conseguito il requisito minimo di qualificazione non sarà  però sufficiente per partecipare a Pechino 2008. Sarà  invece necessario dimostrare anche di essere in grado di affrontare l’appuntamento olimpico al meglio delle proprie possibilità  psico-fisiche.

Per la specialità  lancio del giavellotto maschile, il requisito di qualificazione A è di 81,80 m, il requisito B è di 77,80 m.

Questo l’elenco di tutti i CAMPIONI OLIMPICI della specialità  LANCIO DEL GIAVELLOTTO MASCHILE

La stella recente di questo sport è il ceco Jan Zelezny, vincitore di tre ori consecutivi nelle edizioni 1992, 1996 e 2000. L’atleta è anche il primatista del mondo.

Anno Vincitore Nazione
1896 non disputata
1900 non disputata
1904 non disputata
1906 non disputata
1908 ERIC LEMMING SWE
1912 ERIC LEMMING SWE
1920 JONNI MYYRA FIN
1924 JONNI MYYRA FIN
1928 ERIK LUNDQVIST SWE
1932 MATTI JARVINEN FIN
1936 GERHARD STOCK GER
1948 TAPIO RAUTAVAARA FIN
1952 CYRUS YOUNG USA
1956 EGIL DANIELSEN NOR
1960 VIKTOR TSYBULENKO URS
1964 PAULI NEVALA FIN
1968 JANIS LUSIS URS
1972 KLAUS WOLFERMANN FRG
1976 MIKLOS NEMETH HUN
1980 DAINIS KULA URS
1984 ARTO HARKONEN FIN
1988 TAPIO KORJUS FIN
1992 JAN ZELEZNY CZE
1996 JAN ZELEZNY CZE
2000 JAN ZELEZNY CZE
2004 ANDREAS THORKILDSEN NOR


Questo l’elenco di tutti i RECORD della specialità  LANCIO DEL GIAVELLOTTO MASCHILE

RECORD DEL MONDO

Disciplina WR Atleta Nazione Luogo Data
Giavellotto 98,48 m Jan ZeleznའCZE Jena, GER 25.05.1996


RECORD EUROPEO

Disciplina WR Atleta Nazione Luogo Data
Giavellotto 98,48 m Jan ZeleznའCZE Jena, GER 25.05.1996


RECORD ITALIANO

Disciplina WR Atleta Luogo Data
Giavellotto 84,60 m Carlo Sonego Osaka, JPN 08.05.1999


Il primato stagionale è dell’australiano Jarrod Bannister, con la misura di 89,02 m realizzata a Brisbane lo scorso 29 febbraio.

Il primato italiano stagionale è di Roberto Bertolini, con la misura di 76,93 m realizzata a Firenze lo scorso 27 giugno.

Nessun italiano qualificato alla gara.

Logo Pechino 2008


Approfondimenti