Olimpiadi Pechino 2008


Lancio del disco maschile – Atletica leggera – Olimpiadi Pechino 2008

Le regole generali sui lanci, valgono anche per il lancio del disco. L’atleta, roteando su se stesso in pedana di lancio (sita all’interno di una gabbia metallica) e facendo perno su una gamba, sotto la spinta dell’altra, cerca di scagliare l’attrezzo il più lontano possibile. Di solito, lo strumento viene impugnato con le ultime falangi della mano e appoggiato sul palmo. Se il disco oltrepassa il settore di lancio, esso è nullo. Se l’atleta, durante o dopo il lancio, esce dalla pedana, il lancio è altresì nullo. Ogni concorrente ha a disposizione tre lanci per cercare di ottenere la miglior prestazione possibile.

Il peso del disco, per gli uomini, è di 2 kg, è realizzato in legno contornato da un anello metallico circolare.

Il campione del mondo della specialità  è l’atleta estone Gerd Kanter. Il campione olimpico uscente è il lituano Virgilijus Alekna.

Atleti azzurri grandi protagonisti nel lancio del disco, edizione olimpica di Londra 1948: straordinaria la doppietta azzurra, realizzata da ADOLFO CONSOLINI e GIUSEPPE TOSI.

Da segnalare i tre ori consecutivi dell’americano Sheridan (1904, 1906, 1908), i quattro consecutivi dell’americano Oerter (1956, 1960, 1964 e 1968), i due consecutivi dell’americano Houser (1924 e 1928) e dell’attuale campione olimpico, il lituano Alekna (2000 e 2004).

REQUISITI DI QUALIFICAZIONE – Lancio del disco maschile

La IAAF, Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera, ha stabilito i requisiti minimi per la qualificazione individuale degli atleti.
Sono previste due tabelle di qualificazione, la A e la B. Ogni federazione può iscrivere fino ad un massimo di tre atleti per ogni prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “A”, oppure soltanto un atleta per prova se viene presa in considerazione la tabella di qualificazione “B”. L’aver conseguito il requisito minimo di qualificazione non sarà  però sufficiente per partecipare a Pechino 2008. Sarà  invece necessario dimostrare anche di essere in grado di affrontare l’appuntamento olimpico al meglio delle proprie possibilità  psico-fisiche.

Per la specialità  lancio del disco maschile, il requisito di qualificazione A è di 64,50 m, il requisito B è di 62,50 m.

Questo l’elenco di tutti i CAMPIONI OLIMPICI della specialità  LANCIO DEL DISCO MASCHILE

Anno Vincitore Nazione
1896 ROBERT GARRETT USA
1900 RUDOLF BAUER HUN
1904 MARTIN SHERIDAN USA
1906 MARTIN SHERIDAN USA
1908 MARTIN SHERIDAN USA
1912 ARMAS TAIPALE FIN
1920 ELMER NIKLANDER FIN
1924 BUD HOUSER USA
1928 BUD HOUSER USA
1932 JOHN ANDERSON USA
1936 KEN CARPENTER USA
1948 ADOLFO CONSOLINI ITA
1952 SIM INESS USA
1956 AL OERTER USA
1960 AL OERTER USA
1964 AL OERTER USA
1968 AL OERTER USA
1972 LUDVIK DANEK CZE
1976 MAC WILKINS USA
1980 VIKTOR RASHCHUPKIN URS
1984 ROLF DANNEBERG FRG
1988 JURGEN SCHULT GDR
1992 ROMAS UBARTAS LTU
1996 LARS RIEDEL GER
2000 VIRGILIJUS ALEKNA LTU
2004 VIRGILIJUS ALEKNA LTU


Questo l’elenco di tutti i RECORD della specialità  LANCIO DEL DISCO MASCHILE

RECORD DEL MONDO

Disciplina WR Atleta Nazione Luogo Data
Disco 74,08 m Jà¼rgen Schult GDR* Neubrandenburg, GDR* 06.06.1986


RECORD EUROPEO

Disciplina WR Atleta Nazione Luogo Data
Disco 74,08 m Jà¼rgen Schult GDR* Neubrandenburg, GDR* 06.06.1986


RECORD ITALIANO

Disciplina WR Atleta Luogo Data
Disco 67,62 m Marco Martino Spoleto, ITA 28.05.1989


Il primato stagionale è del tedesco Robert Harting, con la misura di 63,09 m realizzata a Kienbaum lo scorso 18 febbraio.

Il primato italiano stagionale è di Hannes Kirchler, che a Formia, lo scorso 22 aprile, ha raggiunto la misura di 62,52 m.

Rappresentante azzurro della gara del lancio del disco maschile sarà  HANNES KIRCHLER.

Logo Pechino 2008


Approfondimenti