James Rizzi e la Happy Rizzi House



James Rizzi e la Happy Rizzi House


Nella città tedesca di Braunschweig, precisamente nello storico quartiere Magni, si trovano curiosi esemplari di sperimentazione archittettonica: “Happy Rizzi Houses“, dal nome dell’architetto che le ha progettate e realizzate.

James Rizzi è un artista ed architetto nato e cresciuto a New York, nel quartiere di Brooklin; attualmente risiede in un loft di Manhattan, nel quartiere di Soho. A renderlo famoso in tutto il mondo sono le sue opere in 3D, come le stampe raffiguranti paesaggi urbani antropomorfizzati.

Di recente James Rizzi è tornato all’attività pittorica: i suoi dipinti presentano uno stile molto personale e riconoscibile per la complessa struttura grafica che ricorda per certi aspetti il cubismo, per altri la pop-art.

D’altra parte nelle sue opere pittoriche e architettoniche è riscontrabile una mescolanza di influssi provenienti da Pablo Picasso, dal pittore francese esponente del dadaismo Jean Dubuffet e da Paul Klee.

La Happy Rizzi House, situata nel quartiere Magni di Braunschweig, è l’esempio di una tecnica architettonica sperimentale che fonde arte e tecnica: finestre come bocche, terrazzi come occhi, per singolari e simpatiche torri che si erigono con i colori vivaci delle figure dipinte su tutta la loro estensione. Quelle che possono essere considerate come delle vere e proprie sculture architettoniche sono nate da un concept sviluppato da James Rizzi in collaborazione con Project Team.

Facciate e stanze, che richiamano con i loro colori gioiosi e vivaci la Pop Art, costituiscono una vera novità nel campo della tecnica di costruzione di edifici, così come nell’uso dei materiali scelti.

James Rizzi e la Happy Rizzi House


James Rizzi e la Happy Rizzi House


Author: Damiano Silvestroni

Amministratore, moderatore e ideatore di sdamy.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *