Il frutto che vuoi, nuovo singolo di Mina


Disponibile in radio “Il frutto che vuoi”, nuovo singolo di Mina

” Il frutto che vuoi” è il singolo che anticipa l’uscita di “Facile”, il nuovo album di inediti di Mina

Si intitola “Il frutto che vuoi” il primo singolo estratto dal nuovo album di Mina, “Facile”.

Il brano, in rotazione radiofonica dal 9 Ottobre, anticipa di poche settimane l’album, in uscita il 31 Ottobre prossimo.

Per la tigre di Cremona, il 2009 è stato un anno ricco di successi in Italia e all’estero

Facile arriva a distanza di 3 anni dall’ultimo album di Mina, “Bau“, e al termine di un anno, quello in corso, ricco di successi per la cantante: “da “Sulla tua bocca lo dirò“, album uscito in America i cui brani sono reinterpretazioni di famose opere classiche ai cd in formato 33 giri picture disc “Bula Bula“, “Canarino mannaro“, e “Mina n°0“, dedicato al songbook di Renato Zero.

“Il frutto che vuoi”, il singolo scritto dal nipote di Mina

Il singolo che precede l’uscita del nuovo album di inediti di Mina narra, con il tipico stile della tigre di Cremona, ironico e graffiante allo stesso tempo, di un amore contrastato: una donna rivolge il suo canto alla rivale in amore.
Il testo del brano è stato scritto da Maurizio Morante e Axel Pani, nipote di Mina, per la quale aveva già composto tre anni fa il testo di “Per poco che sia” , uno dei singoli dell’album”Bau“.

Mina mostra quindi di voler proseguire la linea che la vede privilegiare le persone più vicine come membri del suo “team”.

Il figlio, Massimiliano Pani, è da anni arrangiatore delle canzoni della cantante.

Video Il frutto che vuoi – Mina


Testo “Il frutto che vuoi” di Mina


Io lo so chi sei
tu sei un’altra lei
ne ho viste tante ormai

e se lui che vuoi
non ti dico di no
io problemi non ne ho

se pensi che mi faccia effetto te l’ho detto già
non è nessun delitto fai pure
cogli il frutto che vuoi

c’è fame soprattutto di lui
se lo tenterai lo avrai lo so
lui non sa dire no

ma rimane mio
perchè dentro di lui
so viaggiare solo io

di te domani nessuna traccia resterà
tempo di una doccia e via

cogli il frutto che vuoi
c’è fame sopratutto di lui

ma se vuoi di più
di una notte tu
speranze non ne hai

lui rimane mio
perchè dentro di lui
so guardare solo io

amore puro amore vero non lo troverai
l’ho messo già al sicuro e adesso
coglio il frutto che vuoi

si ha fame sopratutto di lui

Immagine tratta da: http://musica.tiscali.it/

Approfondimenti