In Lombardia grossi incentivi alle auto
Con gli incentivi regionali una Chevrolet Matiz alimentata a Gpl nuova a 2.900 euro!


In Lombardia contributo di 3000 euro per auto più ecologiche. Grazie agli incentivi sommati ad altre particolari agevolazioni per qualcuno sarà possibile acquistare una Chevrolet Matiz alimentata a Gpl nuova a 2.900 euro! Un record a livello mondiale, possibile grazie agli incentivi alla rottamazione speciali della Regione Lombardia sommati a quelli statali.

Si è fatto un gran parlare nei giorni scorsi della Tata Nano, auto da meno di 2000 euro in India, circa 5000 previsti quando arriverà sui mercati europei (si prevede nel 2012), ma grazie a Chevrolet potrebbe trovare un’agguerrita concorrenza, una pattuglia di auto che grazie alla sommatoria di vari incentivi sono acquistabili (non da tutti) a prezzi sbalorditivi.

Nella zona di Milano e in particolare in alcuni comuni, una Chevrolet Matiz Eco Logic a Gpl, può arrivare a costare solamente 2.900 euro. Non male per una cinque porte e cinque posti, questo prezzo è reso possibile da un incentivo di 3000 euro elargito dalla regione, valido fino al 31 dicembre. E’ importante sottolineare che questi prezzi saranno valide nelle concessionarie che aderiscono all’iniziativa.

Chevrolet Italia pubblicando il listino ufficiale che tiene conto di tutti gli incentivi ed agevolazioni, dà risalto a una normativa già in vigore ma poco conosciuta, ed ora anche gli altri costruttori la seguiranno a ruota, a cominciare dalla Fiat. Diversi sono i requisiti per godere dell’incentivo più vantaggioso, da sommare agli incentivi statali alla rottamazione e a quelli destinati alle vetture a Gpl (come nel caso della piccola Chevrolet) o a gas metano. L’auto da rottamare deve essere Euro 0 oppure Diesel Euro 1 e Euro 2, poi si guarderà stato civile e reddito dell’intestatario della nuova vettura, oltre alla residenza in una delle zone indicate nel bando regionale. Le condizioni economiche del cliente saranno sicuramente il fattore maggiormente determinante nell’assegnazione dell’incentivo, e il fondo di 25 milioni di euro stanziato dovrebbe essere sufficiente per soddisfare tutte le richieste.

Per avere tutte le informazioni si può consultare il sito dell’Automobil Club di Milano (www.acimi.it). Non va però dimenticato che la Regione Lombardia mette a disposizione un contributo, cumulabile con gli incentivi statali, di 2000 euro per la rottamazione di un diesel, anche Euro 3, e l’acquisto di un’auto a Gpl di cilindrata inferiore ai 2.000 cc. Questo contributo è indipendente dal reddito.

Di 600 euro invece, il contributo per l’installazione dell’impianto a metano o gpl sull’auto a benzina (non più solo sul mezzo Euro 0 ma anche sui veicoli di classe Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4). “Questa straordinaria iniziativa – ha spiegato il presidente della Regione Roberto Formigoni – dà un contributo economico importante soprattutto alle famiglie meno abbienti, e allo stesso tempo permette di migliorare la qualità dell’aria. Sono certo che i cittadini lombardi prenderanno seriamente in considerazione questa opportunità”. “In un momento di crisi economica – ha aggiunto l’assessore regionale alla Qualità dell’ambiente, Massimo Ponzoni – anche questa è un’occasione per risparmiare: sia al momento dell’acquisto della vettura, sia al momento del rifornimento, soprattutto se si è scelto metano o gpl, ma comunque anche con con un’auto a benzina più nuova e moderna, che consuma meno”.

Fiat dovrebbe comunicare a breve la lista delle sue vetture, Seicento su tutte, 1.1 a benzina, 54 cv, che, con un aiuto ulteriore della Casa, i concessionari lombardia coinvolti proporranno a 2.500 euro.
Dacia Sandero, prodotta dal marchio rumeno di Renault, berlina a due volumi lunga più di 4 metri, con un bagagliaio di oltre 300 litri, viene proposta, con gli incentivi lombardi, a 2.850 euro, la versione benzina 1.2 da 75 cv, e 3.050 quella a Gpl, con impianto montato in fabbrica e omologata in Fase 2, che le consente di ottenere il massimo incentivo statale, ma anche quello regionale, da cui sono escluse le vetture trasformate a gas liquido dopo l’omologazione.

Questo è solo un esempio delle vetture esemplificativo, in attesa di conoscere i modelli di tutte le case automobilistiche rispondenti ai requisiti.

Approfondimenti