Elvis Presley

Elvis Presley

Secondo nuovi aspetti riguardanti la morte di Elvis Presley(1935- 1977), il grande cantante americano soprannominato”The Pelvis” per il tipico movimento del bacino e passato alla storia come Il Re del Rock and Roll sarebbe deceduto in seguito ad una stitichezza cronica.

La tesi ufficiale sulla morte di Elvis: l’arresto cardiaco

Secondo la tesi ufficiale, la ragione della scomparsa di Elvis, trovato morto il 16 agosto del 1977 nella sua casa di Graceland (Memphis) dalla fidanzata Ginger Alden, fu un arresto cardiaco dovuto molto probabilmente all’abuso di alcool e droghe.

La tesi illustrata dal medico del Re del Rock and Roll nel suo libro: una costipazione cronica

La nuova teoria sulle circostanze della morte di Elvis, è sostenuta da George Nichopoulos, medico e amico personale del cantante, rimasto a lui vicino nei 12 anni prima della sua morte.
Nel libro “The King and Dr. Nick: What Really Happened to Elvis and Me “, il dottore rivela che già durante l’autopsia i medici videro che il colon del cantante aveva dimensioni superiori a quelle normali e che era ostruito da qualche mese.

Il rifiuto di Elvis di operarsi per l’imbarazzo provato nei confronti della patologia

Il problema della costipazione cronica, che affliggeva Elvis da tempo, causando anche problemi di peso, sarebbe potuto essere risolto con una colostomia, cioè un’operazione chirurgica di rimozione parziale del colon. Ma, come spiega il Dr. Nichopoulos, Elvis non volle mai sottoporvisi perché riteneva la patologia di cui soffriva e l’intervento troppo imbarazzanti.

Video: Elvis Presley, Love me tender

video