Cardinale Severino Poletto

Cardinale Severino Poletto

Dal 10 aprile al 23 aprile la Sacra Reliquia sarà esposta presso il Duomo di Torino

La Sacra Sindone è il lenzuolo nel quale, come riportano le Sacre Scritture, il corpo di Gesù venne avvolto dopo la morte. Alla prima Ostensione, avvenuta nel 1578, sono seguite quelle del 1978, 1998 e 2000.
Quella che avrà luogo da oggi presso il duomo di Torino è la prima esposizione pubblica dopo l’intervento di conservazione effettuato nel 2002, grazie al quale la sindone ha recuperato i tratti visibili andati persi nell’incendio di Chambéry (1532).
Due milioni i visitatori attesi, quattromila i volontari di paesi europei ed extraeuropei incaricati di offrire un valido supporto in tutte le fasi dell’organizzazione, duemila i giornalisti provenienti da tutto il mondo.
A vigilare sull’evento e sulla Sacra Sindone saranno telecamere dotate di sensori antiterrorismo e le forze dell’ordine, provenienti da tutta Italia.
Dopo l’omelia, recitata alle 16 dall’arcivescovo di Torino, alle 18 avranno inizio le visite di coloro che si sono prenotati. Ciascuno di loro potrà ammirare la Sindone , posta all’interno di una teca, per cinque minuti.
Dal 10 aprile si potrà prenotare una visita accedendo al sito web www.sindone.org, telefonando ai numeri verdi 008000 e 0114399901 o recandosi negli spazi allestiti all’inizio del percorso dell’Ostensione.
Chi vorrà potrà accedere al Duomo senza prenotazione, ma in tal caso potrà vedere la Sindone solo da lontano.

L’arrivo di Papa Benedetto XVI domenica 2 maggio

Intanto fervono i preparativi per l’arrivo di Papa Benedetto XVI, atteso per domenica 2 maggio.
Dopo aver celebrato la messa in piazza san Carlo e guidato la recita del Regina Caeli, il Papa effettuerà una sosta di venerazione davanti alla Sindone e offrirà una riflessione sui temi dell’Ostensione.