I benefici del fitness per la terza età


Che muoversi faccia bene allo spirito e al corpo probabilmente lo sapete già da tempo, ma allora, perché non farlo? Esiste tutta una serie di benefici che un anziano può ottenere praticando regolarmente attività fisica, quindi camminate, pedalate, rivolgetevi ad un centro fitness o fate qualsiasi attività fisica, ma inizate.

L’attività fisica è una medicina, non un sinonimo di fatica e sacrifici, ma di salute e benessere. Il risultato più importante non sarà quello dei kg persi, ma dai centimetri guadagnati, dove ? Nel vostro sorriso. L’attività fisica è in grado di diminuire il rischio di mortalità per qualsiasi malattia.

Alcuni benefici dell’esercizio fisico per le persone anziane:

  • dilatazione dei vasi del cuore, il che permette di migliorare l’irrorazione cardiaca;
  • sviluppo della performance del cuore, quindi i muscoli utilizzano meglio l’ossigeno portato dal sangue e, per un dato sforzo, il flusso è minore, con minor affaticamento del cuore;
  • miglioramento della forza, della resistenza muscolare e della coordinazione motoria;
  • miglioramento della circolazione, diminuzione della pressione arteriosa, rinforzo delle ossa;
  • miglioramento dell’equilibrio fisico e psicologico il che permette di porre rimedio al ritmo accelerato e agli stress.

E’ stato da tempo dimostrato che il grado di fitness è inversamente proporzionale ai livelli di pressione arteriosa. L’efficacia dell’attività fisica regolare sulla riduzione pressoria in pazienti moderatamente ipertesi, è stata oggetto di numerosi studi. Studi che hanno dimostrato come un esercizio regolare (bici, nuoto, jogging, marcia, o le loro combinazioni) sia in grado di ridurre significativamente i livelli di pressione a riposo.

Affinchè sia efficace l’esercizio fisico deve essere di intensità lieve o moderata. Un esercizio lieve della durata di 30-60 minuti è la metodica più efficace contro l’ipertensione. Per quanto riguarda la frequenza degli allenamenti si consiglia di eseguire almeno tre sedute settimanali. Infine, per ottenere ulteriori benefici dall’attività fisica, provate a seguire questi consigli:

  • ritrovate o mantenete il vostro peso ideale;
  • controllate regolarmente la pressione arteriosa;
  • seguite un regime alimentare sano ed equilibrato.

La sindrome metabolica è caratterizzata dalla presenza nello stesso individuo di diverse malattie o condizioni che insieme rappresentano un serio fattore di rischio cardiovascolare.

Se sono presenti almeno tre di queste condizioni è possibile parlare di sindrome metabolica: diabete, obesità, ipertensione arteriosa, un livello eccessivo di grassi nel sangue (trigliceridi e colesterolo), alcuni disturbi della coagulazione.

Si tratta di una condizione reversibile, con la dieta ed esercizio fisico. Un regolare programma di allenamento è infatti in grado di agire su ognuno dei singoli fattori di rischio diminuendolo significativamente.

Se avete problemi cardiovascolari, evitate esercizi anaerobici e carichi troppo pesanti, perché tale tipologia di esercizi causa un aumento della pressione.

Approfondimenti