Giornalista brasiliano


Ordinava omicidi con l’aiuto del figlio per darne la notizia per primo e aumentare lo share del suo programma

Wallace Souza, un giornalista e presentatore televisivo brasiliano, è stato accusato di aver ordinato una serie di omicidi per aumentare l’audience di “canal livre” , il programma televisivo da lui condotto, e quindi anche la propria popolarità.

Come ha spiegato Thomaz Vasconcelos, capo dell’intelligence di polizia locale, Wallace Souza dava l’ordine di uccidere qualcuno; subito il figlio Rafael “avvertiva le troupe televisive perché arrivassero sul posto prima della polizia“.

Gli omicidi, la cui notizia veniva data in esclusiva dal suo programma, garantivano così uno share elevato.
Sarebbero cinque gli omicidi che la polizia brasiliana ritiene siano stati commissionati dall’uomo a questo scopo.

L’accusa di traffico di droga

Il conduttore televisivo, che oltre ad essere giornalista televisivo è anche un ex agente di polizia ed
attualmente deputato dello Stato brasiliano di Amazonas, è stato accusato anche di traffico di droga nello stato di Amazonas. accusato di far parte di una banda di narcotrafficanti

Wallace souza: sono innocente

Wallace Souza si è dichiarato innocente, sostenendo che sarebbero stati i suoi concorrenti sul lavoro a incastrarlo e ribadendo il suo impegno nell’organizzazione di

inchieste parlamentari sulla criminalità organizzata, la pedofilia e i traffici di droga.

A differenza del padre, che non è stato arrestato a causa dell’immunità parlamentare, il figlio Rafael è stato incriminato ed arrestato con l’accusa di omicidio, traffico di droga e possesso di armi non autorizzato.

Immagine tratta da: http://www.tgcom.mediaset.it/