Formula Uno Bahrein circuito di Sakhir
Formula Uno Bahrein circuito di Sakhir


CRONACA GRAN PREMIO DEL BAHREIN 2009 – FORMULA UNO

Una griglia di partenza veramente calda con 49°C di temperatura dell’asfalto, nel circuito di Sakhir in Bahrein, vede l’italiano jarno Trulli in pole position, affiancato dal compagno di squadra Timo Glock, in una prima fila tutta Toyota. Ferrari in leggera ripresa e piloti moderatamente fiduciosi, con Massa 8° e Raikkonen 10°.

Il finlandese della Ferrari parte con un considerevole carico di benzina e gomme dure, per una gara che si preannuncia difficile a causa del caldo (5-6°C oltre il previsto) che metterà ulteriormente a dura prova le vetture. Vettel è l’unico a partire con gomme nuove essendo riuscito a preservarle durante le qualifiche.

Partono bene le Toyota ma Glock è più reattivo dell’italiano che viene anche sorpassato da Hamilton ma si riprende immediatamente la seconda posizione dietro al compagno. Partono bene anche le Ferrari ma Massa rimane imbottigliato nel traffico e subisce un contatto con il compagno Raikkonen che gli danneggia l’alettone anteriore. Raikkonen guadagna la sesta posizione. Vettel non riesce a sfruttare le gomme nuove, forse a causa del carico di benzina. Alla fine del primo giro Button sorpassa Hamilton e si posiziona terzo. Questa la situazione: Glock, Trulli, Button, Hamilton, Vettel, Barrichello, Raikkonen, Alonso.

Al 3° giro Massa ai box per sostituire il musetto, rientra 17° e svaniscono le sue speranze per una gara positiva. All’11° giro si ferma Glock che lascia il comando a Jarno e rientra poi 6° dietro Rosberg. Migliore il pit-stop di Trulli al 12° giro che rientra 6°, quindi sorpassa Glock, ma Jarno viene superato da Alonso. La Toyota deve limitare i danni nella parte centrale della gara con gomme dure, poiché sono più lente delle morbide montate da quasi tutti gli altri piloti che hanno optato per le dure nella parte finale. Strategia che a fine gara si rivelerà errata poiché Jarno anche con gomme dure riusciva a registrare tempi che gli consentivano di restare con i primi.

Tra il 14° e 15° giro rientrano Barrichello, Button ed Hamilton, rimangono in testa Vettel e Raikkonen, partiti con molta benzina. Al 16° giro rientra Alonso che torna in pista in decima posizione mentre nelle retrovie un duello tra Piquet e Barrichello indispettisce quest’ultimo che si sente penalizzato dalla Renault meno veloce.

Pit-stop per Vettel e una Ferrari torna al comando, anche se per poco si spera sia di buon auspicio. Raikkonen si ferma al 21°giro e monta gomme morbide usate. Massa (che ieri ha compiuto 28 anni) comunica un malfunzionamento del kers sulla sua vettura.

25° giro: Barrichello ai box con 7 giri di anticipo, alla Brawn cercano di cambiare strategia per avvicinare lo spagnolo alle prime posizioni.

34° giro: Raikkonen guadagna il 5° posto grazie alla sosta di Glock, anticipata per montare gomme morbide.

Al 37° giro Felipe viene doppiato da Button che si ferma poi a 20 giri dal termine per il secondo pit-stop e gomme dure; sosta anche per Trulli ed Hamilton che rientrano 4° e 6°.

A 17 giri dal termine pit-stop per Vettel che rientra 3°. A 14 giri dal termine la situazione è la seguente:

Button, Raikkonen (1 stop in meno), Vettel, Trulli, Barrichello, Hamilton, Rosberg, Glock.

I giochi sono ormai fatti, al giro successivo si ferma Raikkonen che rientra al fianco di Glock ma dopo qualche curva di bagarre guadagna il 7° posto e sale di una posizione un giro dopo quando si ferma Rosberg.

Posizioni congelate per gli ultimi giri e primi tre punti per Raikkonen e la Ferrari, in una gara in cui sono invece completamente sparite le Bmw.

Classifica Bahrein 2009 – Formula Uno

classifica Formula Uno Bahrein 2009


Approfondimenti