La Fiorentina raggiunge la Uefa. Grazie alla vittoria nel gelo di Bucarest, la squadra viola si piazza terza nel proprio girone dicendo addio alla Champions League ma conquistandosi una meritatissima Coppa Uefa da fare come protagonista, cercando di migliorare la semifinale dell’anno scorso.

Partita senza patemi quella dei viola, la Steaua è davvero poca cosa e lo dimostra non facendo praticamente nulla per tutta la partita, tanto che Frey per lunghi tratti della gara è rimasto inoperoso. Alla squadra di Prandelli va benissimo il pareggio così il primo tempo fila via liscio senza troppe emozioni. Stesso trend nella ripresa, più pimpanti, però, i gigliati con alcune buone giocate di Montolivo e Vargas e con Mutu, fischiato dai connazionali per tutta la partita, che sbaglia una facile occasione davanti al portiere.

Al 21′ arriva il gol della Fiorentina, angolo di Vargas e bel colpo di testa di Gilardino che sigla il gol stagionale numero quattro in Champions. Il finale è tutto dei viola che dispongono facilmente di una Steaua con poca voglia di reagire, portando a casa il risultato e la chiave d’accesso alla Uefa.

Partita brutta quella all’Olimpico di Torino dove la Juve pareggia con uno scialbo 0-0 contro il modestissimo Bate Borisov. Risultato che comunque le permette di raggiungere il primo posto nel girone e di accedere agli ottavi di finale.

Poche le emozioni nel primo tempo, unica nota da segnalare un bel tiro di Giovinco finito alto sopra la traversa. Nel secondo tempo bianconeri leggermente più vivaci, al 7′ un mani in area di Sivakov regala un rigore a Giovinco che si incarica della battuta tirando abbondantemente alto.

Al 12′ entra capitan Del Piero a fare coppia in attacco con la Formica Atomica ma improvvisamente è il Bate a farsi pericoloso sfiorando il gol proprio nel finale con Bliznuk, la palla si spegne però sul fondo regalando alla Juve il passaggio del turno.

Fiorentina in Coppa Uefa, pareggia la Juve


Approfondimenti