ITALIA-FRANCIA, una sfida tra titani, quella che andrà  in scena il 9 luglio, ore 20.00, allo stadio Olimpico di Berlino, per la finale del Campionato del Mondo. Con molti militanti o ex militanti del nostro calcio. E giocatori con molte caratteristiche comuni.

ARBITRO POETA
Ad arbitrare la finale sarà  l’argentino Horacio Elizondo. Dicono che il 42enne, insegnate di educazione fisica, sia freddo e piuttosto fiscale. Ha già  diretto la gara di apertura tra Germania e Costarica il 9 giugno a Monaco, mentre nella gara tra Rep. Ceca e Ghana ha mandato sotto la doccia il viola Ujfalusi. Poi nei quarti di finale tra Portogallo ed Inghilterra, ha espulso l’attaccante inglese Wayne Rooney per un fallo piuttosto plateale. Per hobby scrive poesie.
L’augurio è che i versi migliori, con rime baciate, abbiano i colori Azzurri.

Formazione Italia finale Mondiale 2006: 

FORMAZIONE ADEGUATA
Finora, il CT azzurro ha scelto la formazione sempre secondo le condizioni di forma dei suoi giocatori, la sua idea tattica, ma anche le caratteristiche dell’avversario. Per questo sta studiando a fondo la relazione del suo osservatore di fiducia.
La Francia gioca con un gran numero di centrocampisti (che fanno degli inserimenti la loro arma migliore) e una sola punta (Henry, un campione anche per la sua capacità  a fare spazio a chi arriva da dietro).
Difficile perciò, oltre che per i risultati ottenuti fin qui, che Lippi torni al tridente classico.
Quindi, si potrebbe ipotizzare che domenica sera ci saranno Zambrotta e Grosso a controllare Malouda e Ribery, i due centrali difensivi (il baluardo Cannavaro e il buon Materazzi, visto che Nesta ha ancora dato forfait) a tener buono Henry e un rombo a centrocampo a imbrigliare le manovre francesi e cercar di nuovo la superiorità  numerica, con l’aggiunta di Totti quando la squadra azzurra dovrà  difendersi.

formazione italia finale mondiale 2006

Formazione Francia Mondiale 2006

Nonostante le critiche che hanno accompagnato la sua avventura in questi due anni, il ct della Francia Domenech non cerca rivincite (“non mi sono battuto per avere ragione contro tutti, forse qualcun altro al posto mio avrebbe ottenuto lo stesso risultato”) e si “coccola” lo zoccolo duro di questa Francia, la generazione dei Thuram, dei Zidane, dei Barthez.

“Hanno segnato la loro epoca, come Platini aveva fatto con la sua o Just Fontaine ancora prima – spiega Domenech – Ogni generazione porta qualcosa, ogni generazione è fatta per fare dimenticare quella di prima. Spero che arrivi presto un’altra che faccia dimenticare questa”. Quella di oggi, però, ha dato un contributo fondamentale.

“Si vive con il desiderio della vittoria ed è ciò che hanno trasmesso i vecchi – racconta il ct francese – occorre giocare e chi crede di più nella vittoria, chi è più determinato la ottiene”. La finale di coppa del Mondo sarà  anche per Zinedine Zidane l’occasione di chiudere nel migliore dei modi la sua carriera. “Sono felice per lui, è un simbolo”, sorride Domenech. Che la Francia si affidi al suo numero 10 è evidente, per ulteriori informazioni chiedere a Eric Abidal. L’aveva detto prima dell’ottavo con la Spagna, lo ribadisce prima della finale con l’Italia: “noi abbiamo Zidane, l’Italia no”.

Elenco giocatori formazione Francia:
1 LANDREAU Mickael (GK)
2 BOUMSONG Jean-Alain
3 ABIDAL Eric
4 VIEIRA Patrick
5 GALLAS William
6 MAKELELE Claude
7 MALOUDA Florent
8 DHORASOO Vikash
9 GOVOU Sidney
10 ZIDANE Zinedine
11 WILTORD Sylvain
12 HENRY Thierry
13 SILVESTRE Mikael
14 SAHA Louis
15 THURAM Lilian
16 BARTHEZ Fabien (GK)
17 GIVET Gael
18 DIARRA Alou
19 SAGNOL Willy
20 TREZEGUET David
21 CHIMBONDA Pascal
22 RIBERY Frank
23 COUPET Gregory (GK)

Approfondimenti