Federica Pellegrini, record mondiale nei 200 stile libero


Record mondiale nei 200 stile libero per Federica Pellegrini che si supera con il tempo di 1’54”47 (1’54”82 il primato precedente).

Un’altra grande prestazione della Federica nazionale agli Assoluti primaverili di Riccione. Due giorni dopo l’ennesimo episodio di panico in vasca (venerdì, prima di disputare i 400 stile libero di cui detiene il record mondiale): l’azzurra ha stabilito il nuovo record del mondo dei 200 stile libero donne, abbassando il suo precedente primato di 35 centesimi, Federica lo aveva stabilito alle Olimpiadi di Pechino, nella gara in cui aveva conquistato la medaglia d’oro.

Dopo avere rinunciato a disputare i 400 metri per un attacco di panico (che la frena, spiega lei stessa, nelle gare superiori a 200 metri), poco prima di tuffarsi per la gara, la veneta sabato aveva fatto suo il record italiano nei 100 metri stile libero, con il sesto tempo al mondo. «Sono contentissima. Non me l’aspettavo, assolutamente – commenta Federica -. Pensavo di avvicinarmi a 1’55”, invece ho fatto quello che ho fatto. Sono particolarmente felice perché, a vedermi, in tribuna, c’erano mia mamma e mio fratello. Il dieci per cento del merito è loro». «La cosa incredibile – le fa eco Alberto Castagnetti, ct del nuoto azzurro e allenatore personale – è che non lo abbiamo cercato assolutamente. Siamo venuti qui senza alleggerire i carichi di lavoro. Federica ha fatto qualcosa di grande, e ha margini di miglioramento, almeno un altro mezzo secondo. Penso che sia la prima donna al mondo che possa nuotare sotto l’1’54”. Ora sarà importante non alimentare la rivalità in casa tra lei e Alessia Filippi. Sarebbe un errore imperdonabile, autolesionismo».

Una nuova pagina di storia del nuoto scritta tutta d’un fiato in solitaria, senza avversarie in grado di infastidirla e in una fase della stagione in cui solitamente lo stato di forma non è ottimale a causa dei pesanti carichi di lavoro, e, come già detto, due giorni dopo la rinuncia ai 400 stile libero per la crisi di panico. Appena toccata la piastra, la nuotatrice si è rivolta verso la tribuna toccandosi la tempia con un dito, come a dire “Sono matta”. Per l’azzurra, campionessa olimpica si tratta del sesto primato mondiale della carriera, l’ottavo del nuoto azzurro (il primo fu di Novella Calligaris negli 800 stile libero, Belgrado 1973; il secondo Giorgio Lamberti nei 200 stile libero a Bonn, 1989.

Le altre gare – Anche Alessia Filippi è protagonista, con il record italiano dei 200 dorso. Deluso Filippo Magnini, che vince i 100 stile libero con un tempo che non lo soddisfa. Ancora una medaglia per il nuoto genovese: la conquista Ilaria Scarcella, sedici anni, della Nuotatori Rivarolesi, che bissa nei 200 rana il terzo posto conquistato nei 100. Nella stessa gara Martina Carraro, oro nei 100 sabato, chiude al sesto posto.

Federica Pellegrini, record mondiale nei 200 stile libero


Approfondimenti